Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
22 Maggio 2022

Pubblicato il

13° nel medagliere

Pechino 2022 recap, day 13: Brignone porta l’Italia a 16 medaglie

di Enrico Salvi
La valdostana bissa l'argento in gigante con il bronzo in combinata. Spedizione italiana 13a nel medagliere, 7a per numero di medaglie
Federica Brignone al traguardo
Federica Brignone al traguardo

Altra giornata con una medaglia italiana a Pechino 2022. Nell’unica concreta possibilità di podio, Federica Brignone non sbaglia e si regala la seconda medaglia, la terza in carriera e sedicesima per l’Italia ai Giochi, che perde un’altra posizione nel medagliere. Azzurri tuttavia settima per numero complessivo di medaglie e terza per numero di sport con metalli.

Brignone ancora a medaglia nella combinata

La certificazione di una campionessa polivalente, probabilmente la più completa dello sci italiano al femminile. Federica Brignone, dopo l’argento nel gigante nella terza giornata dei Giochi torna ancora sul podio nella combinata alpina. L’azzurra nel quadriennio è stata l’atleta che ha vinto di più in una disciplina sempre meno disputata in Coppa del Mondo ma non era la favorita per il podio, complice una pista di discesa con cui non è mai entrata in sintonia. Ottava dopo la manche di discesa, doveva fare il massimo nello slalom e sperare in qualche passaggio a vuoto di Shiffrin, Gisin e Holdener.

Uscita a sorpresa, ancora una volta, la campionessa americana, la valdostana è stata intelligente e solida tra i pali stretti e si è messa in testa. Le svizzere non hanno commesso errori e si sono aggiudicate i primi due posti sul podio, ma per Brignone è un’edizione dei Giochi comunque da ricordare, nonostante il mancato acuto nel SuperG. L’Italia ha conquistato per la prima volta in 12 edizioni il podio nella combinata alpina femminile. Per la “tigre siberiana” sono tre medaglie olimpiche, terza nella classifica all-time dietro solo a leggende come Alberto Tomba (5) e Deborah Compagnoni (4).

Gli altri risultati di oggi

Finale un po’ amaro per l’Italia del curling. La vittoria della Cina sulla Danimarca nella giornata di ieri ha impedito agli azzurri di sperare nella qualificazione in extremis e ha reso ininfluente l’ultima partita contro la Norvegia: l’unico obiettivo era migliorare il torneo di PyeongChang, quando furono tre le vittorie del round robin. Obiettivo svanito, o meglio record non migliorato ma solo pareggiato con la sconfitta per 9-4. Nello ski cross femminile Jole Galli è stata eliminata nei quarti di finale, mentre Lucrezia Fantelli è caduta negli ottavi. Nella competizione a squadre della combinata nordica la squadra italiana (composta da Bortolas, Buzzi, Costa e Pittin) ha ottenuto il nono posto.

Gli appuntamenti di domani

Domani si chiude il programma del biathlon, con le mass start che si disputeranno una dopo l’altra. Dorothea Wierer, dopo il bronzo nella sprint e la medaglia sfumata all’ultimo nell’inseguimento, se la può giocare. Nel maschile Lukas Hofer (quarto nell’inseguimento) e Dominik Windisch (campione del mondo 2019 nel format) dovranno essere precisi al poligono per avvicinare il podio.

Al via il programma corto del pattinaggio di figura a coppie, per l’Italia ci saranno in pista Nicole Della Monica/Matteo Guarise (16° a Sochi, 10° a PyeongChang) e la coppia Rebecca Ghilardi/Filippo Ambrosini, all’esordio olimpico. Dopo la competizione femminile sarà la volta dello ski cross maschile con al via per l’Italia Simone Deromedis, classe 2000 già andato a podio quest’anno, pronto a stupire senza l’obbligo di medaglia. Per il pattinaggio velocità nei 1000m torna in pista David Bosa.

Pechino 2022 Recap day 13: il medagliere aggiornato

RankNazioneOriArgentiBronziTotale
1)Norvegia147828
2)Germania107522
3)Stati Uniti88521
4)Svezia74415
5)Cina74213
6)Austria67417
7)Paesi Bassi65415
8)Svizzera61512
9)ROC*591226
13)ITALIA27716
*ROC= Russian Olympic Committee
 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo