17 Giugno 2021

Pubblicato il

A Torre Spaccata “Non si affitta casa agli stranieri”

di Redazione

Il cittadino discriminato: “Agirò nelle sedi opportune per fare accertare i fatti”

Il suo nome è Aboubakar Soumahoro, è un sindacalista Usb di origine italo-ivoriana e ha deciso di denunciare una chiara forma di discriminazione di cui è stato, suo malgrado, protagonista. “Non si affitta agli stranieri”. È così che comincia un suo recentissimo post di Facebook, che poi continua:

“Sto cercando casa da affittare, chiamo un’agenzia di Roma concordando un appuntamento. Al termine della telefonata, durata oltre 4 minuti, durante la quale mi vengono chieste da parte dell’operatrice garanzie circa il lavoro e il non possesso di animali. A quel punto fissiamo un appuntamento per lunedì 30 luglio alle ore 9 presso l’abitazione in zona Torre Spaccata, a Roma. Al termine della telefonata l’operatrice mi chiede di lasciare i miei riferimenti, appena sente le iniziali del mio nome e cognome, mi viene detto che ‘Non si affitta agli stranieri’. Rimango senza parole”.

Confesso che non è la prima volta, riuscendo allo stesso tempo a dire all’operatrice che siamo nel 2018 e che sono italiano. ‘La colpa non è mia ma del proprietario dell’appartamento, i proprietari possono fare quello vogliono dei loro appartamenti’. Questa è stata la risposta della gentile operatrice chiudendo la telefonata. Ho richiamato una seconda volta ed un’altra operatrice mi ha detto espressamente: ‘Se te lo ha detto la mia collega, è così’. Ho chiamato ancora e questa volta mi hanno detto che mi avrebbero richiamato. Io non mi arrendo, perché agirò nelle sedi opportune per fare accertare i fatti e la loro natura discriminatoria”.

LEGGI ANCHE:

Atac: sciopero di 4 ore il 26 luglio

Rapinavano coetanei: sgominata baby gang terrore di Roma Nord

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento