24 Giugno 2021

Pubblicato il

Giustizia per Willy

Willy Monteiro Duarte, interrogatorio di garanzia per i 4 imputati accusati di omicidio volontario

di Redazione

Willy Monteiro Duarte: la procura di Velletri accusa i 4 imputati di omicidio volontario, oggi 5 febbraio interrogatorio di garanzia

Willy Monteiro

Interrogatorio di garanzia per i quattro giovani indagati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte.

Sono trascorsi cinque mesi esatti dall’omicidio del giovane italo capoverdiano avvenuto nel centro a Colleferro tra il 5 e il 6 settembre 2020. La procura di Velletri, dopo aver notificato ieri 4 febbraio, la nuova contestazione del reato, da omicidio preterintenzionale a omicidio volontario, ha fissato per oggi, un nuovo interrogatorio di garanzia per i 4 imputati.

Sono i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, e Mario Pincarelli, in videoconferenza dal carcere in cui sono detenuti. Mentre per Francesco Belleggia si svolgerà dalla sua abitazione dove si trova agli arresti domiciliari. 

Willy Monteiro Duarte, interrogatorio di garanzia per i 4 imputati

La procura di Velletri sgombera il campo da qualsiasi ipotesi di rito alternativo e notifica quindi agli avvocati degli indagati la contestazione del reato di omicidio volontario.

Il 21enne italo capoverdiano residente a Paliano, è stato ucciso a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre 2020, in un violento pestaggio. Per la sua morte, alcune ore dopo, i carabinieri hanno arrestato 4 persone: i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia.

I fratelli Marco e Gabriele sono stati recentemente arrestati anche per spaccio e per attività di “recupero crediti” per i criminali locali. Diverse le denunce che hanno alle spalle per questioni di droga e aggressioni fisiche. Purtroppo, nonostante tutti questi reati a loro carico, continuavano ad agire impunemente nella loro cittadina e nei comuni vicini.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento