03 Agosto 2021

Pubblicato il

Tornano anche le zone bianche

Riaperture e coprifuoco, lo sprint del Governo verso la libertà

di Mirko Ciminiello
Subito il rientro serale alle 23, a giugno l’abolizione, intanto lo sblocco per consumazioni, palestre e matrimoni. La svolta nel nuovo Dl grazie ai dati in netto miglioramento
green pass: riaperture e coprifuoco
Riaperture

Il Governo Draghi ha deciso di accelerare su riaperture e coprifuoco. Sempre seguendo i princìpi della gradualità e della prudenza, sia chiaro – ma stavolta la svolta è davvero imminente. Anche se, per scaramanzia, conviene sempre tenere le dita incrociate.

Riaperture e coprifuoco, lo sprint del Governo

Il nuovo Decreto Covid allenterà le misure restrittive da tempo in vigore per contrastare l’emergenza coronavirus. Con particolare riferimento alle vexatae quaestiones rappresentate da riaperture e coprifuoco, su cui Palazzo Chigi ha scelto di rompere gli indugi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In particolare, da domani, mercoledì 19 maggio, il rientro serale obbligatorio verrà posticipato alle 23, per poi slittare alle 24 a partire dal 7 giugno. E dal 21 giugno sarà abolito definitivamente. Come del resto aveva anticipato Andrea Costa, sottosegretario alla Salute in quota Noi con l’Italia. E come aveva azzardato perfino Walter Ricciardi, consulente del Dicastero di Lungotevere Ripa.

super zona rossa: walter ricciardi
Il consulente del Ministero della Salute Walter Ricciardi

È stato approntato anche il calendario per l’agognata ripartenza di almeno alcune attività. Dal 22 maggio rialzeranno le serrande i centri commerciali, e dal 24 le palestre. Dal 1° giugno invece si tornerà a consumare in ristoranti e bar anche al chiuso a pranzo e a cena. Dal 15 giugno toccherà a banchetti e feste di matrimonio (con il green pass). Nello stesso periodo, e sempre col pass vaccinale, si dovrebbe tenere in Puglia, a Gallipoli, un test relativo alle discoteche. Infine, dal 1° luglio ci sarà il disco verde per centri termali e piscine al chiuso.

Lo sprint è merito dei dati in costante miglioramento, grazie soprattutto al buon andamento della campagna di vaccinazione. Anche per questo verranno semplificati i parametri della divisione clinico-cromatica dell’Italia. I nuovi criteri riporteranno in zona bianca la Sardegna, assieme a Friuli-Venezia Giulia e Molise, cui presto potrebbero aggiungersi Liguria, Veneto e Abruzzo.

riaperture e coprifuoco: vaccinazione
Vaccinazione

È questo il vero «gusto del futuro» di cui aveva parlato a suo tempo il Premier Mario Draghi. E ormai il tanto auspicato cambio di passo pare veramente a un passo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo