19 Maggio 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Investimenti: aumentano le truffe nel trading online

di Redazione

Molti utenti avranno notato un aumento di alcuni tipi di pubblicità, annunci legati al trading online e agli investimenti finanziari

Trading online, cos'è e come funziona
Trading online, cos'è e come funziona

Nel 2020 molti utenti avranno notato un aumento di alcuni tipi di pubblicità, specialmente all’interno dei social network e delle pagine di navigazione online, annunci legati al trading online e agli investimenti finanziari. Spesso vengono mostrate persone con stili di vita lussuosi, riprese mentre guidano auto sportive o si godono la vita in qualche località esotica, indicando come fonte della loro improvvisa ricchezza il trading finanziario.

Secondo alcuni pseudo guru investire in Borsa sarebbe veramente facile oggi, tanto che basta aprire un conto di trading presso un broker (spesso quello che loro raccomandano non perché il migliore ma in quanto garantisce loro una commissione elevata). Dopodiché bisogna soltanto guardare i grafici, fare alcune operazioni senza nessun tipo di competenza e con poco tempo al giorno si possono guadagnare migliaia di euro al mese, dicendo finalmente addio all’odiato posto fisso per una vita agiata trascorsa sempre in vacanza.

Ovviamente tutto ciò non esiste, infatti nella maggior parte dei casi si tratta di vere e proprie truffe, realizzate da aziende non autorizzate e operatori conniventi senza scrupoli ai danni dei risparmiatori. Per capire l’entità del fenomeno basta osservare i numeri della Consob, con l’Autorità italiana che soltanto nell’ultimo anno ha oscurato 335 siti web abusivi i quali proponevano servizi finanziaria illegalmente, di fatto rubando i soldi degli investitori e tutelandosi tramite sedi legali nei paradisi fiscali.

Perché sono così frequenti le truffe nel trading online

L’intenso lavoro di contrasto delle truffe finanziarie da parte della Consob, con dati che fanno impressione se si considerano le centinaia di segnalazioni delle rispettive Autorità estere, è dovuta alla forte crescita del trading online negli ultimi anni. Il maggiore interesse da parte degli investitori è del tutto legittimo, infatti al giorno d’oggi chiunque può aprire un conto di trading e iniziare a investire in maniera indipendente sui mercati finanziari, evitando di pagare laute commissioni a consulenti e intermediari specializzati.

Tuttavia il trading finanziario è un’attività complessa e rischiosa, da affrontare con la dovuta preparazione tecnica e professionale, da non immaginare come se si trattasse di scommesse o lotterie, in cui l’esito è legato esclusivamente alla fortuna e non alle competenze personali.

Senz’altro l’inesperienza e la voglia di fare soldi rapidamente rappresentano un pericolo per i risparmiatori, in quanto possono diventare preda di malintenzionati pronti ad offrire un sogno irrealistico pur di accaparrarsi i soldi di utenti poco attenti.

TradingOnline.com: un progetto nuovo al fianco degli investitori

La Consob non è sola nella lotta agli operatori illegali e alla disinformazione, infatti gli appassionati di investimenti finanziari possono contare anche su alcuni progetti di altissima qualità. Uno di questi è il Trading Online spiegato su TradingOnline.com, un portale interamente rinnovato dedicato a tutto ciò che riguarda il settore finanziario, con un team di esperti e analisti certificati capaci di proporre contenuti autorevoli per chi vuole imparare a investire in Borsa in modo autonomo.

L’attività del sito web avviene principalmente online, offrendo risorse tecniche sulle basi del trading online per i principianti, le strategie operative, l’analisi tecnica e tantissimi approfondimenti, con recensioni, eBook e videocorsi specifici per ogni livello ed esigenza. Al fianco dei canali digitali c’è anche una presenza fisica nel territorio ternano, un aspetto che differenzia il progetto dagli altri portali esistenti, per offrire un supporto a 360 gradi nei confronti degli investitori alle prime armi e non solo.

Ne è una testimonianza la presenza sui campi da gioco dell’ASD Vivace Grottaferrata un importante impianto sportivo in provincia di Roma segnalata dallo staff de ilmamilio.

Il valore della buona informazione

L’informazione di qualità è senza dubbio un punto delicato nel settore del trading online, spesso occupato da piattaforme poco trasparenti e operatori più avvezzi al tornaconto personale rispetto all’offerta di un reale valore aggiunto per gli utenti. Al contrario, il trading online può fornire strumenti utili per quanti vogliono apprendere a investire da soli sui mercati, assicurando una maggiore educazione in ambito finanziario per capire come gestire i propri soldi in maniera più consapevole.

Ciò non riguarda soltanto il trading online, ma anche la capacità di valutare in modo competente i prodotti finanziari proposti da banche e società d’investimento, amministrare in maniera migliore il proprio TFR o i piani per la pensione integrativa. Oggi, infatti, la finanza ha assunto un’importanza notevole in ogni ambito professionale e sociale, perciò sviluppare conoscenze in questo campo permette di usufruire di una serie di vantaggi che esulano dalla sola attività d’investimento.

Quali sono le truffe più comuni nel trading online

Come abbiamo visto, chi desidera capire come funziona il trading online deve innanzitutto affidarsi ad operatori qualificati, onesti e professionali, tuttavia per evitare le truffe è necessario capire come agiscono i malintenzionati. Un metodo abbastanza comune è quello di aprire un falso sito web di trading, spesso con un nome accattivante e una grafica del tutto simile a quella di una piattaforma autorizzata. In questo caso è difficile riuscire a identificare un portale truffaldino, ad ogni modo esistono alcuni segnali da non sottovalutare.

Ad esempio, il sito web non può fornire autorizzazioni reali, quindi basta controllare il numero della licenza presso l’Autorità competente per scoprire subito la truffa, oppure effettuare una ricerca in merito alla sede legale dell’azienda, la quale sarà sicuramente presso un paradiso fiscale. Allo stesso tempo bisogna prestare attenzione all’atteggiamento del broker abusivo, il quale tenderà a usare canali come WhatsApp, SMS o a fare telefonate insistenti per spingere ad acquistare asset e investire nella piattaforma, per farci ricaricare migliaia di euro sul conto di trading.

Un altro avviso di un operatore non autorizzato riguarda un approccio poco professionale, in cui invece di fornire strumenti e risorse per la formazione tecnica il portale enfatizza la facilità di guadagno seguendo i segnali di trading da lui proposti, minimizzando i rischi e valorizzando potenziali profitti a doppia cifra.

Naturalmente la formazione professionale consente di ridurre il pericolo di cadere in una truffa, tuttavia bisogna sempre mantenere alta l’attenzione e non abbassare mai la guardia, segnalando immediatamente aziende e operatori sospetti alle Autorità.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento