Garbatella, insulti e sputi in faccia a verificatrice Atac

16

“Superate le pedonali, mi si mette davanti e mi sputa in faccia. Incredula tolgo le cuffie e gli chiedo cosa stesse facendo visto che non ci conoscevamo. Inizia ad insultarmi a voce alta, e mi risputa in faccia. Avevo osato rispondere. Chiedo aiuto ad un passante che ha visto la scena, ma rimane di pietra. Mi allontano, avevo capito che stava degenerando la situazione e che nessuno sarebbe intervenuto”.

A parlare è Valeria, verificatrice dell’Azienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma (ATAC), involontaria vittima dell’ennesimo atto di aggressione ai danni del personale della municipalizzata. Era appena scesa dal 716 e stava tornando a casa in divisa dopo il turno di lavoro, quando ha subito questo inspiegabile attacco, denunciato dal sindacalista dei Cobas Francesco Iacovone.

Fortunatamente, nonostante l’aggressore al grido di non ti meno solo perché sei una donna le abbia lanciato contro anche un oggetto contundente (un bastone), la ragazza non ha riportato alcun danno.

LEGGI ANCHE:

Casamonica fanno irruzione in un bar: disabile presa a calci e pugni

Roma e l’emergenza rifiuti, per Ama è colpa dei cittadini