24 Ottobre 2021

Pubblicato il

Anzaldi: Fake news (ordine di sporcare Roma) diffamatoria M5s contro Pd

di Redazione
"Solo una persona che non ha visto Roma in queste settimane può pensare che sia necessario 'sporcarla' ancora di più di quanto non sia già invasa dai rifiuti"

"Un parlamentare romano del Movimento 5 stelle, Massimo Baroni, diffonde sui social una calunnia preventiva contro il Pd, straparlando di fantomatici complotti per sporcare di notte Roma in vista della pulizia straordinaria annunciata dai militanti dem domenica prossima.

Una bufala che meriterebbe solo l'invito a recarsi immediatamente da un medico bravo, se non fosse che si tratta di un parlamentare della Repubblica, pagato dai soldi dei cittadini. Che ne pensa la presidente della Camera Laura Boldrini di questa vergogna? Qui siamo di fronte ad una fake news diffamatoria al quadrato".

E' quanto scrive su facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, mostrando lo screenshot del messaggio di Baroni sul social, con il quale condivide un messaggio che parla di "ordine di sporcare Roma nelle notti di venerdì e sabato". "Il messaggio che viene rilanciato e condiviso – prosegue Anzaldi – arriva da un utente (un troll?) vicino al Movimento 5 stelle. Una notizia assurda e completamente falsa, peraltro condita da epiteti ingiuriosi nei confronti del segretario del Pd, viene rilanciata da una figura istituzionale del M5s, alimentando un clima di diffamazione, odio e discredito.

Peraltro solo una persona che non ha visto Roma in queste settimane può pensare che sia necessario "sporcarla" ancora di più di quanto non sia già invasa dai rifiuti. La presidenza della Camera, che ha fatto della battaglia alle fake news la cifra del suo mandato, non ha nulla da dire? E il Movimento 5 stelle, invece di inventarsi fantasiosi complotti di qualsiasi tipo, perché domenica non scende in strada a pulire, insieme ai cittadini e ai militanti Pd?".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo