“Vita da Carlo”: tra l’inferno e le risate della vita di Carlo Verdone

5

Nella giornata di venerdì 22 ottobre Carlo Verdone ha presentato sé stesso con la sua nuova serie – prodotta da Amazon Original e da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis – Vita da Carlo, al Festival Internazionale del Cinema di Roma.

Vissuta anche da grandi amici di Verdone come Max Tortora, la serie gioca sulla linea sottile delineata dalle due dimensioni di realtà e fantasia. Tra l’inferno e le risate di chi nella capitale viene amato: poca privacy, selfie continui, inviti e proposte continui, fino ad arrivare perfino alle richieste di diventare sindaco di Roma.

Quando reciti ed entri nel cuore delle persone diventi quel personaggio che tutti amato e di cui ricordano le battute. Vita da Carlo racconta proprio questo: la vita di Carlo Verdone in tutta la sua vera essenza.

Dopo 44 anni di prestigiosa carriera, il regista ha deciso di mettersi a nudo. «Il 35-40% di quello che si vede fa parte della mia vita, racconta me stesso, le mie fragilità, i miei tormenti» afferma Verdone.

«Il progetto è nato come una sfida, una novità, e mi è piaciuta, mi piaceva tanto raccontare la mia vita privata quello che mi capita e però avere più libertà rispetto ai film, non essere ossessionato dai tempi comici, sapere di poter raccontare con un tempo lungo in cui può accadere tutto. Ho vissuto una bella esperienza, piena di verità e con meno ansia».

Presente all’evento era anche tutto il cast: da Max Tortora a Anita Caprioli, da Monica Guerritone fino ai giovani Antonio Bannò, Caterina De Angelis e Filippo Contri.

Il film farà il suo primo debutto nella versione streaming su Prime Video il 5 novembre.