16 Settembre 2021

Pubblicato il

Chiusa un'edizione trionfale per l'Italia

Tokyo 2020, recap day 16: le Farfalle non tradiscono, bronzo e 40 medaglie!

di Enrico Salvi
Con il bronzo nella ginnastica ritmica si chiudono i Giochi nella maniera migliore: 40 medaglie in totale, almeno un podio ogni giorno di gare, 19 discipline diverse a medaglia
Le Farfalle della ginnastica ritmica festeggiano il bronzo nel concorso a squadre olimpico

Con la cerimonia di chiusura della serata giapponese, si abbassa il sipario su Tokyo 2020. Nonostante i pochi titoli messi in palio l’ultima giornata, l’Italia riesce a chiudere i Giochi della XXXII Olimpiade con un altro podio che alza ancora di più l’asticella della spedizione azzurra. Sono diversi i record: basti citare qui le 40 medaglie in totale, almeno un podio ogni giorno di gare, le 19 discipline diverse a medaglia.

Le Farfalle della ritmica prendono il volo e tornano sul podio

Garanzia azzurra negli ultimi 20 anni, le Farfalle della ginnastica ritmica stavolta riscattano il legno bruciante di Rio nell’ultima giornata di gare e conquistano un bronzo di assoluto valore. Da Atene 2004, le ragazze guidate da Emanuela Maccarani non fanno peggio del quarto posto ai Giochi, nonostante i vari ricambi generazionali. Indipendentemente dalle medaglie, una delle eccellenze dello sport nostrano. Alessia Maurelli, Agnese Duranti, Daniela Mogurean, Martina Centofanti e Martina Santandrea sono state calde nell’interpretazione ma fredde nel mantenere la lucidità, in un concorso a squadre costellato da errori altrui, soprattutto nella rotazione con cerchi e clavette.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dopo la rotazione alla palla la Bielorussia stupisce e si mette al terzo posto, con l’incubo del quarto posto che stava per rimaterializzarsi, ma le Farfalle non sentono la pressione e realizzano una concreta seconda rotazione. Pressione che si trasferisce sulle bielorusse che non reggono: 3 perdite di attrezzo in 11 secondi con scivolamento al quinto posto finale, mentre per le azzurre è medaglia di bronzo dopo 9 anni.

Settebello settimo, Faniel 20° nella maratona

Nelle ultime competizioni di giornata, nel torneo di pallanuoto l’Italia vince agli shoot-out con il Montenegro la finalina per il 7°-8° posto. Una vittoria che non cancella la discesa dal podio dopo due edizioni a medaglia, anche se l’eliminazione è avvenuta per mani dei campioni in carica della Serbia che hanno poi riconfermato il titolo. Per il ciclismo su pista madison maledetta per Elisa Balsamo, è protagonista di una rovinosa caduta nella prima prova, lo scratch. Una botta accusata anche nelle prove successive per un 14° posto finale con il rammarico di non potersela giocare al meglio delle possibilità. Nella maratona maschile vinta dal keniano Kipchoge (bis olimpico per lui) 20° Eyob Ghebrehiwet Faniel, lontano dalla (difficile) lotta per le medaglie.

L’analisi del medagliere: gli Stati Uniti vincono al fotofinish

Al termine delle 339 competizioni, il medagliere assume i contorni definitivi, con la vittoria degli Stati Uniti al termine di una clamorosa rimonta negli ultimi giorni ai danni della Cina. Rimonta resa possibile dalle vittorie negli sport di squadra: il basket femminile e maschile (ori attesi, visto che gli USA sono in una serie aperta da rispettivamente 7 e 4 edizioni) e il volley femminile, prima volta assoluta. Sorpasso arrivato al fotofinish, nella mattinata di oggi, per un oro soltanto, mentre se si vuole guardare il medagliere per numero di metalli, la vittoria degli States è netta (113 a 88).

Nel complesso emergono dati che evidenzino come lo sport sia sempre più globale e raggiungere le medaglie è sempre meno scontato. C’è stato il record di Stati a medaglia (93 contro gli 87 di Pechino 2008, prima volta per Burkina Faso, San Marino e Turkmenistan), di cui ben 63 con almeno un oro conquistato (prima assoluta per Bermuda, Filippine e Qatar). Anche tenuto conto di ciò, per l’Italia è stata un’edizione trionfale: oltre ai record già citati, ci sono i record di piazzamenti nelle finali e in Top10, più l’aver spezzato diversi tabù al femminile, nelle prove miste e nelle staffette.

Nel medagliere finale l’Italia è al decimo posto ma a parità di ori con Olanda, Francia e Germania, a distanza di due argenti dalla settima posizione che la spedizione azzurra ha ottenuto nel cosiddetto medagliere “all’americana”, che tiene conto del numero di medaglie. Atletica da sogno, nuoto sempre più importante, ma anche scherma, tiro e sport di squadra sotto le aspettative, mentre le squadre degli sport individuali hanno dato tanto (vedasi staffette ed inseguimento a squadre del ciclismo): nel complesso, un’edizione molto positiva.

Tokyo 2020 Recap day 16: il medagliere definitivo

RankNazioneOriArgentiBronziTotale
1)USA394133113
2)Cina38321888
3)Giappone27141758
4)Gran Bretagna22212265
5)ROC*20282371
6)Australia1772246
7)Olanda10121436
8)Francia10121133
9)Germania10111637
10)ITALIA10102040
*ROC= Russian Olympic Committee
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo