22 Settembre 2021

Pubblicato il

A segno Pellegrini e Shomurodov

Buona la prima ufficiale per la Roma di Mourinho: 1-2 al Trabzonspor

di Enrico Salvi
Tutti i gol nel secondo tempo nel playoff di Conference League. I giallorossi vanno avanti con Pellegrini, si fanno riprendere e a 10 dalla fine con Shomurodov fissano un buon risultato per la partita di ritorno
Zaniolo e Shomurodov dopo il gol del 2-1 della Roma sul Trabzonspor
Zaniolo e Shomurodov dopo il gol del 2-1 della Roma sul Trabzonspor

La prima partita ufficiale di José Mourinho sulla panchina della Roma è una vittoria di sostanza, preziosa per avvicinare la fase a gironi della neonata Conference League. Il successo di misura in Turchia dà fiducia in vista dell’inizio del campionato e della partita di ritorno all’Olimpico tra 7 giorni.

Primo tempo a ritmi lenti, partita sbloccata nella ripresa

Come prevedibile nelle prime partite stagionali, la Roma inizia più contratta davanti ad una squadra più rodata, con vecchie conoscenze del calcio italiano (Hamsik) ed ex giallorossi (Gervinho e Bruno Peres). Al suo primo 11 titolare Mourinho opta per un 4-2-3-1 con i nuovi acquisti Rui Patricio in porta, Viña terzino a sinistra e Shomurodov unico terminale offensivo. Cabina di regia affidata a Veretout-Cristante, torna Zaniolo in gare ufficiali dopo quasi un anno di assenza. Dopo 20 minuti sottoritmo la Roma trova il gol con Mkhitaryan, ma la rete viene annullata per il controllo con un braccio dell’armeno.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ad inizio ripresa i giallorossi passano realmente in vantaggio: Zaniolo intercetta palla ed avanza al centro del campo, dopo aver scartato un paio di avversari serve sulla sinistra Mkhitaryan che dalla trequarti crossa basso sul secondo palo dove Lorenzo Pellegrini, da solo, mette a segno il tap in vincente. 1-0 Roma al 55′. È il momento migliore dei giallorossi che però vengono puniti dopo nemmeno 10 minuti. Al 63′ tra i turchi esce Gervinho per un’altra conoscenza italiana, Cornelius, che al primo pallone giocato fa centro con il repertorio migliore della casa, il colpo di testa da centro area su cross di Bruno Peres.

Shomurodov e difesa finale: la Roma espugna Trebisonda

Dopo il pareggio la squadra capitolina traballa per qualche istante, con Rui Patricio che blocca un’occasione importante per Nwakaeme servito da Hamsik. La Roma sbroglia la matassa al minuto 80 da calcio piazzato. Su corner di Zaniolo, Mancini di testa prende il palo ma sulla respinta il più lesto di tutti è Shomurodov che scaglia in rete con il piatto destro al volo. L’ultimo quarto d’ora di gioco vede la Roma abbassarsi anche con i cambi di Mourinho, che inserisce Diawara, Kumbulla e Reynolds. Non viene concesso più nulla e la Roma espugna Trebisonda 2-1.

Un buon risultato, ma con il cambio di regolamento basterebbe una vittoria di misura alla squadra turca nel ritorno per portare la contesa ai supplementari. Mourinho ha ottenuto molte indicazioni su cosa lavorare in vista dell’esordio in campionato domenica contro la Fiorentina: ci sono stati sprazzi delle idee dello Special One, ma la sensazione è che manchi un po’ di fantasia a centrocampo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo