Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Gennaio 2023

Pubblicato il

Prima vittoria del 2023

Romagnoli-Casale Bunker, i biancocelesti espugnano il Mapei: Sassuolo 0-2 Lazio

di Patrizio Trecca
La Lazio archivia la prima vittoria del 2023 grazie alle reti di Zaccagni e di Felipe Anderson. Mapei espugnato
Zaccagni calcia il rigore che porta la Lazio sull'1-0 contro il Sassuolo

La Lazio ha fatto la partita che in molti si aspettavano e, sotto un certo punto di vista, pretendevano. Sicuramente la partita in casa del Sassuolo era molto delicata, anche perché Dionisi arrivava da tre sconfitte consecutive e anch’egli era in dovere di dimostrare qualcosa di più. Tuttavia, a scapito del bel gioco, la Lazio ha concretizzato al meglio le occasioni create e ha trovato in Zaccagni una garanzia in più. L’esterno ha segnato nuovamente e, al di là del rigore, è stato uno dei pochi a impensierire Pegolo. I 5.000 tifosi in trasferta meritano sicuramente una menzione speciale per aver supportato i biancocelesti nonostante il periodo non facile, aggravato ancora da un infortunio rimediato da Ciro Immobile al quarto d’ora del primo tempo.

Primo Tempo

Parte subito con grande ritmo la prima frazione di gioco. È del Sassuolo il primo squillo, quando al 3’ Lauriente impensierisce la difesa avversaria. Dopo tre minuti arriva la risposta della Lazio grazie a Zaccagni, che con un tiro dal limite mette seriamente alla prova Pegolo, abile nel respingere una palla su cui Felipe Anderson spara alto. Al 44’ è di nuovo Lauriente (S) a rendersi pericoloso con un tiro dal limite, su cui però Provedel si fa trovare pronto parando a terra. Proprio quando il primo tempo sembra volgere al termine, il risultato cambia. Sugli sviluppi di un corner è Milinkovic Savic a staccare e impattare una palla che sarebbe finita certamente in rete, tuttavia Toljan si trova sulla traiettoria a braccia alte, sancendo così un solare calcio di rigore per la Lazio. Mattia Zaccagni trasforma in pieno recupero e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi sullo 0-1.  La nota dolente per la Lazio è sicuramente l’infortunio di Immobile al 15’, costretto a uscire e lasciare il posto a Pedro.

Secondo Tempo

La seconda metà di gara fa vedere due squadre ordinate e questo non permette di godere di un gioco spettacolare. La Lazio non rischia più di tanto è il Sassuolo non riesce a scardinare la disciplinata difesa biancoceleste. Tra cartellini gialli e sostituzioni il gioco viene spezzato più volte, finché allo scadere la retroguardia emiliana non commette un errore fatale. Tressoldi si fa rubare palla da uno scoppiettante Felipe Anderson, che con freddezza scarta Pegolo e butta in rete la palla del 2-0 in favore della Lazio. Sarri e i suoi ragazzi ottengono così la prima vittoria del 2023, rimanendo a 3 punti dalla zona Champions League.

Marcatori: 48’ Zaccagni (L), 94′ Felipe Anderson (L)
Ammoniti: Toljan (S), Tressoldi (S), Rogerio (S), Erlic (S), Lopez (S); Casale (L), Cataldi (L), Hysaj (L)

Pagelle

Provedel 6
Quando c’è da intervenire para bene e con prontezza.

Hysaj 6
Non è certo Lazzari. Compie degli errori a inizio gara ma nel secondo tempo ha degli buoni spunti.

Casale 6
Si fa ammonire ma insieme a Romagnoli conduce bene la retroguardia. Quando è chiamato in causa c’è sempre.

Romagnoli 6,5
La difesa di oggi è stata un bunker. Gran parte del merito va a lui.

Marusic 6,5
Ottima partita del montenegrino, che sulla sinistra non fa passare nessuno.

Milinkovic-Savic 6,5
È apparso più concentrato rispetto alle ultime uscite e al 45+2 si rende pericoloso ottenendo il rigore. Fa l’assist per il gol di Anderson

Cataldi 6
Una gara senza infamia e senza lode per il centrocampista romano. A volte è un po’ impreciso.

Luis Alberto 6,5
Lo spagnolo dirige bene il centrocampo e compie interventi decisivi in fase difensiva. Uno dei migliori.

Zaccagni 7
Corre, prende calci e segna. È indubbiamente la migliore annata dell’attaccante ex Verona.

Immobile s.v.
Infortunatosi al 15’ non ha avuto modo di farci vedere molto.

Felipe Anderson 6,5
Furbo e lesto bel rubare palla a fine gara, si esprime al meglio ed appare concentrato.

15’ Pedro 6,5
Il fuoriclasse spagnolo fa ancora la differenza. Esperienza e intelligenza tattica hanno aiutato questa Lazio a vincere la gara.

78’ Vecino 6
Sostituisce Cataldi e il suo compito è quello di arginare i centrocampisti emiliani. Compito riuscito.

89’ Patric s.v

*Foto dal profilo Facebook ufficiale S.S. Lazio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo