Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Gennaio 2023

Pubblicato il

Obiettivo centrato

Coppa Italia, basta uno squillo di Felipe Anderson: Lazio 1-0 Bologna

di Patrizio Trecca
La Lazio batte un Bologna che non è stato mai in grado di impensierire la difesa biancoceleste. Grande concentrazione dell'undici di Sarri
Felipe Anderson esulta dopo il gol della Lazio contro il Bologna in Coppa Italia

Dopo la vittoria col Sassuolo la Lazio era chiamata alla difficile sfida casalinga contro il Bologna, squadra che non era assolutamente da sottovalutare. Maurizio Sarri ha optato per una formazione molto vicina a quella titolare, eccezion fatta per Maximiano, che ha rilevato Ivan Provedel, Patric e Hysaj, i quali in difesa hanno preso il posto di Casale e Marusic. Il 2023 della Lazio era partito male e la sfida di Sassuolo doveva rappresentare un nuovo punto di partenza.

Primo Tempo

Il primo tempo tra Lazio e Bologna parte subito con una grande occasione per i biancocelesti, che dopo 12 secondi si trovano davanti a Skorupski con Felipe Anderson che lo impegna considerevolmente. Al minuto 13 è ancora la Lazio a rendersi pericolosa grazie a una bella traccia di Luis Alberto che serve Zaccagni. L’esterno, dopo essersi accentrato si è portato al limite dell’area lasciando partire un tiro troppo centrale per beffare il portiere felsineo. Alla mezz’ora arriva il gol per i ragazzi di Sarri, che grazie alla prontezza di Pedro rubano palla alla difesa bolognese. Lo spagnolo serve facilmente Felipe Anderson, che deve solo appoggiare la palla in rete da distanza ravvicinata. Il primo tempo si chiude con un Bologna piuttosto sterile e con poche idee offensive. Il risultato di 1-0 forse sta stretto alla Lazio.

Secondo Tempo

Parte subito bene la seconda frazione di gara per i padroni di casa che, dopo una grande azione personale di Mattia Zaccagni, può trovare il raddoppio con Milinkovic Savic, il quale però spara alto il colpo di testa dopo il bel cross di Zaccagni. Il Bologna non riesce a reagire e non inquadra mai la porta, così la Lazio opta per la gestione del gioco e il contenimento ben orchestrato da tutti i reparti. Al 70′ è Felipe Anderson ad andare vicinissimo al gol, concludendo su un rigore in movimento che però trova uno Skorupski prontissimo alla risposta. Da qui in poi non si vedono più azioni degne di nota, ma la Lazio porta a casa un risultato meritato sia per il gioco creato, che per la prestazione del gruppo allenato da Sarri. La Lazio passa ai quarti in attesa di conoscere l’esito della sfida tra Monza e Juventus.

Pagelle

Maximiano – 6

Anche se ha giocato solo con i piedi (0 tiri del Bologna) è rimasto concentrato sulle uscite alte e basse.

Lazzari – 6,5

Ha giostrato bene sull’asse di destra insieme a Pedro. Abile nel contenimento si è espresso in alcune proiezioni offensive degne di nota.

Patric – 6,5

Attento e concentrato sugli anticipi, si trova alla grande con Romagnoli.

Romagnoli – 6,5

Guida bene la difesa e non sbaglia nulla. Gli attaccanti del Bologna non lo hanno impensierito molto.

Hysaj – 6,5

Grandissima prova la sua, grazie a incursioni offensive molto pericolose e al contenimento puntuale degli esterni bolognesi.

Cataldi – 5,5

Al contrario dei suoi compagni è rimasto un po’ fuori dal gioco e si è mostrato impreciso su alcune uscite in impostazione.

Luis Alberto – 7

Probabilmente il migliore in campo. Corre, attacca e difende! Gli è mancato solo il gol e un po’ di precisione in più.

Milinkovic Savic – 5,5

Il 21 biancoceleste deve ancora ritrovare la condizione migliore. Sbaglia molti passaggi e sull’assist di Zaccagni poteva fare qualcosa in più.

Pedro – 7

Anche se negli ultimi minuti della partita la stanchezza si è fatta sentire, ha favorito il gol dell’1-0 e ha corso come un forsennato. 36 anni e non sentirli.

Felipe Anderson – 6,5

Segna il gol dell’1-0 e non fa rimpiangere Ciro Immobile. Si sacrifica in fase di copertura e rischia di mettere a segno una doppietta, ma anche per lui arriva la stanchezza negli ultimi venti minuti.

Zaccagni – 6,5

Mette quasi sempre in pericolo la difesa avversaria e rischia di segnare nel primo tempo. L’unico neo è dato dalla scarsa precisione sotto porta.

Casale – 6 (67′)

Entra in campo e fa una partita diligente.

Marusic – 6 (67′)

Contiene bene gli esterni del Bologna e propizia alcune ripartenze molto importanti. Si conferma una garanzia.

Vecino – 6 (80′)

Ha dieci minuti di gioco a disposizione e non demerita assolutamente la sufficienza.

Romero – 6 (80′)

Il ragazzo ha tanta personalità e grinta. Per poco non va vicino al gol e contribuisce sempre alle azioni pericolose della Lazio.

Marcos Antonio – S.V. (90’+2′)

*Foto dal profilo Facebook ufficiale S.S. Lazio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo