Roma, trasporti: tagliati fondi extra per Atac e Cotral

7

La fine dello stato di emergenza in Italia inizia a produrre i primi effetti. Non solo per quanto riguarda l’allentamento delle misure anti-Covid, e cioè mascherine, Green Pass e capienza negli stadi. Ma anche in merito ai trasporti.

Atac bus

Con la cancellazione dei soldi stanziati da parte del governo, infatti, molti servizi subiranno dei notevoli cambiamenti. Atac, per esempio, al posto di sette milioni ne riceverà solo uno. Anche la Cotral subirà tagli alle risorse, con tutto il sistema messo gioco forza a dura prova.

Ricci (Fit-Cisl): “Per le periferie Atac dovrà gestire in prima persona le corse”

Sul tema, come riportato da ilcorrieredellacitta.com, è intervenuto Roberto Ricci, segretario regionale mobilità della FitCisl, che ha commentato: “Rimarranno attive le intensificazioni di 12 linee, per circa 35 veicoli e 500 corse giornaliere, che servono le scuole lungo il loro normale percorso. Rimangono attive le corse dedicate agli istituti scolastici, delle quali 140 giornaliere erogate con 33 autobus sono affidate ai privati”.

Fit-Cisl logo
Fit-Cisl

“Per non indebolire il servizio nelle periferie, Atac dovrà gestire in prima persona le corse che prima erano affidate a enti privati. Un aumento insostenibile di lavoro per il personale e ad una azienda dove a tutt’oggi mancano mezzi di trasporto. Un aggravio di lavoro per Atac, alla quale mancano mezzi e personale. Non a caso stanno rallentando anche le assunzioni di 60 nuovi autisti, mentre ieri un altro controllore, una donna, è stata aggredita sul 61 mentre faceva il suo lavoro”.