Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Ottobre 2020

Pubblicato il

Roma, poliziotto a giudizio per scontri 2012

di Redazione

L'agente di pubblica sicurezza Alfio Paradiso aveva colpito uno dei manifestanti

Lesioni personali aggravate dall'uso delle armi e dall'abuso di poteri. Questi i capi di accusa per l'agente di pubblica sicurezza Alfio Paradiso rinviato a giudizio poiché ripreso in video mentre durante gli scontri avvenuti a Roma il 14 novembre del 2012 per protestare contro il governo Monti percuoteva uno dei manifestanti. Contro questi, già a terra, l'agente infieriva a colpi di manganello. La decisione di rinviare a giudizio il poliziotto e' del gup Tiziana Coccoluto che su richiesta del pubblico ministero Luca Tescaroli. Ad assistere Paradiso e' stato l'avvocato Salvatore Volpe il quale ha rilevato che "una consulenza medico-legale ha stabilito che le lesioni riportate da C. sono incompatibili con un colpo di manganello".
Il processo comincerà il prossimo 9 di luglio.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento