23 Ottobre 2021

Pubblicato il

Roma, niente sgombero alle case di sabbia di Ostia

di Redazione
Tavolo tecnico al X Municipio. Ragucci (Unione Inquilini): "Nessuno uscirà dalle proprie case!"

Sembra allontanarsi la possibilità di sgombero per i 1042 nuclei familiari che vivono nelle "case di sabbia" di Ostia. È quanto è emerso dal tavolo tecnico convocato al X Municipio, a cui ha partecipato anche l'Unione Inquilini. "Le trattative tra comune e proprietà Armellini – ha spiegato il segretario romano dell'Unione Inquilini Fabrizio Ragucci – sono alle battute iniziali, ma possiamo ritenere fondate le dichiarazioni del Campidoglio che è intenzionato a procedere all'acquisizione degli immobili, anche di quelli abitati dagli inquilini irregolari". 

Case di sabbia, Ragucci: il Comune ha compiuto gli atti formali per sospendere ogni procedura di sgomero

"Nessuno – ha sottolineato Ragucci – uscirà dalle proprie case! In attesa che siano definite le procedure di acquisizione, non ci saranno sgomberi né per gli assegnatari né per il resto dei residenti. Il Comune ha infatti già compiuto gli atti formali per ottenere la sospensione di ogni procedura di sgombero".

Case di sabbia, Picca (FdI): ottenuta la certezza che gli inquilini non saranno sgomberati

Al tavolo tecnico anche Monica Picca, capogruppo di Fratelli d'Italia nel X Municipio, la quale ha dichiarato che "l'incontro che abbiamo ottenuto dopo atti portati in consiglio sia comunale che municipale è riuscito ad ottenere la certezza che gli inquilini delle case di Armellini non vengano sgomberati. Una procedura che era rimasta ferma per la non curanza e la dovuta attenzione per il problema da parte di questa Amministrazione la quale, in questa ampasse, ha fatto modo che cadessero nel vuoto tutti i tentativi di accordo".

Leggi anche:

Pineta di Ostia, cani lupi incustoditi azzannano due persone

Roma, il M5S di Ostia contro l'amministrazione comunale

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo