30 Luglio 2021

Pubblicato il

Roma mercoledì 17, rende omaggio a Raf Vallone nel suo centenario

di Fabio Vergovich

La serata è organizzata dalle figlie Eleonora e Arabella, in collaborazione con la Casa del Cinema, a partire dalle ore 21. Molti gli ospiti

Mercoledì 17 Febbraio, alle ore 21, alla Casa del Cinema di Roma, avrà luogo una serata – evento dedicata a Raf Vallone in occasione del centenario della sua nascita. Al centro della manifestazione la proiezione del film "Uno sguardo dal ponte", diretto nel 1962 da Sidney Lumet, che valse a Vallone il premio David di Donatello quale migliore. attore protagonista. La proiezione sarà preceduta dalla presentazione, in anteprima asoluta, del frammento inedito di una recente intervista con Peter Brook, che diresse Vallone nella storica versione teatrale di Uno sguardo dal Ponte (580 repliche solo al Theatre Antoine di Parigi, 1958/60).

Vuoi la tua pubblicità qui?

La serata è organizzata dalle figlie Eleonora e Arabella Vallone in collaborazione con la Casa del Cinema, a partire dalle ore 21. Saranno presenti personalità del cinema e del mondo dello spettacolo. Raf Vallone, nato aTropea il 17 febbraio del 1916, plurilaureato (filosofia e legge), prima di intraprendere la carriera di attore è stato calciatorr in serie A con il Torino, con cui vinse anche la Coppa Italia nel 1934 e in seguito capo redattore delle pagine culturali dell'Unità e critico cinematografico su La Stampa. Intellettuale rigoroso, attore internazionale in grado di recitare anche in inglese e francese.

"Quando lo conobbi mi colpirono la sua intelligenza, la sua discrezione, la sua mancanza di vanità" – disse di lui in un'intervista Marlene Dietrich, che non nascose mai di subirne il fascino. E ancora, a proposito della sua interpretazione parigina di Eddie Carbone, ruolo cui Vallone è rimasto indissolubilmente legato: "Quando andai a vederlo al Theatre Antoine restai sbalordita…Dominava totalmente la scena e il pubblico lo seguiva come in trance. Vi era un meraviglioso euilibrio tra sapienza interpretativa e tensione emotiva. Tutta Parigi era innamorata di lui…Pochi spettacoli rimasero in cartellone così a lungo come Uno Sguardo dal ponte. Per di più aveva accettato la sfida di recitare in francese e l'aveva vinta". L'ingresso alla serata – evento è libero fino ad esaurimento posti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento