Vuoi la tua pubblicità qui?
24 Gennaio 2021

Pubblicato il

Roma Capitale, nuovo piano finanziario per AMA

di Redazione

Risparmio pari a circa 46 milioni di euro

“Quasi 46 milioni di riduzione dei costi che, insieme a un recupero di evasione stimato 16 milioni di euro (su un totale che sta in un range tra 87 e 109 milioni), consentirà di neutralizzare le dinamiche di incremento dei costi 2015 e produrrà una riduzione del costo del servizio per gli utenti pari a -11,4 milioni, corrispondenti a una riduzione della tariffa media pari a -1,5% rispetto al 2014”. Questo è quanto contenuto nel piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani Ama; nel documento sono illustrate le azione condotte nel 2014, ma, più importanti, le innovazioni previste per il 2015: come accennato sopra, l’efficientamento dei costi per 45,8 milioni di euro, un terzo dei quali riguarda il costo del lavoro “determinato – si legge – da mancato rimpiazzo delle uscite, ottimizzazione del lavoro straordinario, nonché della ricontrattazione degli oneri accessori e delle indennità”. Gli altri risparmi riguardano la riduzione dei costi dei servizi, l’acquisto beni e servizi, il trattamento dei rifiuti indifferenziati, la gestione dei mezzi, le spese generali, l’area impianti e la pulizia delle aree pubbliche.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Quanto invece al recupero di una parte dell’evasione tariffaria, Ama (che al riguardo certifica di aver incassato nel 2014 ben 13,2 milioni) conta di riuscirci attraverso una serie di azioni, tra cui anche l’avvio di una fase sperimentale di invio delle bollette agli utenti tramite posta elettronica e la messa a regime di un sistema di virtualizzazione delle code agli sportelli mediante smartphone. Inoltre saranno censite in maniera puntuale tutte le utenze presenti nei municipi e oggetto dello sviluppo del modello di raccolta differenziata 2015.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tra le innovazioni previste: la raccolta differenziata estesa ai Municipi 1, 2, 5, 7 e 15; il recupero di risorse interne attraverso l’esternalizzazione di alcuni servizi, quali la raccolta dei cartoni (a eccezione dell’area del tridente del Municipio I) e il servizio base di pulizia intorno ai cassonetti. È inoltre prevista l’ulteriore fornitura di 1.800 cestini in lamiera.

Nel 2015 è confermato il volume complessivo dei rifiuti urbani raccolti nel 2014 ed è attesa una produzione di 1.728.400 tonnellate, col trattamento di 950.000 tonnellate di rifiuti indifferenziati. I costi della raccolta differenziata subiranno un incremento superiore ai 54 milioni.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento