Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Roma, a Montesacro il primo Memorial per Daniel Guerini: torneo in ricordo del giovane giocatore scomparso

di Matteo Frascadore
Il 3, 4 e 5 giugno si è tenuto il primo Memorial Guerini, l'evento in ricordo di Daniel Guerini scomparso per un incidente stradale nel 2021
Daniel Guerini Lazio
Daniel Guerini

Nei giorni scorsi si è tenuto il primo Memorial Guerini, un evento in ricordo del giovane giocatore Daniel Guerini scomparso lo scorso anno per un incidente stradale sulla Togliatti. L’evento ha avuto luogo allo Spes Montesacro, il centro sportivo di Alberto Aquilani, uno dei promotori dell’evento nonché anche ex allenatore del ragazzo ai tempi della Fiorentina.

L’evento era stato pubblicizzato gli ultimi giorni di maggio dallo stesso tecnico delle giovanili della Fiorentina Alberto Aquilani, il quale ha messo a disposizione il proprio centro e ha dato per primo l’annuncio di questo memorial volto a ricordare il giovane giocatore della Primavera della Lazio. La scomparsa di Guero avvenne la sera del 24 marzo 2021 a seguito di un incidente sulla Togliatti. Da quel momento la società biancoceleste e non solo hanno voluto ricordare a più riprese il ragazzo.

Il torneo

Questo evento era un torneo tra le giovanili di sei squadre divise in due gironi da tre: Lazio, Torino, Fiorentina, Roma, Spes Montesacro e Totti Sporting Club. Le prime tre sono le ultime con cui Guero ha giocato: le squadre partecipanti sono U14 e U15 di miste con il fine di mettere in evidenza il concetto di “giovanili” in cui lo stesso Daniel ha militato nelle esperienze in queste squadre. Nella giornata finale si sono tenuti gli ultimi due sconti che hanno decretato la classifica finale: Spes primo e Fiorentina seconda. Seguono Torino, Roma, Lazio e Totti Sporting Club. Tuttavia, il risultato conta poco in un evento volto a ricordare uno giovane che aveva il sogno di diventare calciatore e di farlo con la sua squadra del cuore: la Lazio.

Le parole di Aquilani

Proprio Alberto Aquilani, uno dei maggiori promotori dell’evento, è stato presente tutti i giorni e durante la premiazione odierna ha ricordato il suo legame con la famiglia del ragazzo, sicuramente rafforzato dopo l’evento, il primo di tanti. “Se tutto questo è stato possibile è anche grazie alla sua famiglia, che è riuscita a superare una cosa del genere in questo modo. Si meritano tutto il meglio” ha detto dopo aver consegnato la targa alla famiglia del ragazzo. “Vedete Danilo, Alessio e questa donna (la madre di Daniel, ndr) che è una roba incredibile e deve essere da esempio per tutti” ha concluso l’ex giocatore di Roma e Fiorentina, tra le altre. Oltre a lui erano presenti anche il trapper Ludwig, amico di Daniel, e il terzino sinistro della Juventus Luca Pellegrini.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo