Rifiuti a Roma, il Codacons contro Comune e Ama: “Rischio epidemia”

1

Il Codacons ha annunciato che presenterà un esposto alla Procura della Repubblica di Roma contro Comune e Ama in merito alla situazione dei rifiuti nella Capitale. Il Codacons chiede che si indaghi "sulle responsabilità di tale emergenza alla luce del possibile pericolo di epidemia, e chiediamo alle Asl di realizzare una mappatura delle strade più a rischio adottando misure a tutela degli abitanti".

"Dalla Garbatella alla Tuscolana, passando per zone centrali come Prati – dichiara il Carlo Rienzi, presidente del Codacons – le strade della Capitale sono invase di spazzatura che rimane giorni e giorni sotto al sole cocente senza essere rimossa". 

Rienzi aggiunge che "la presenza di rifiuti organici, unitamente alle temperature elevate registrate negli ultimi giorni a Roma, rappresentano un mix pericolosissimo, perchè il caldo accelera i processi di putrefazione attirando insetti, ratti, gabbiani e altri volatili, con conseguenti rischi igienico-sanitari per la popolazione. Il pericolo di diffusione di batteri è molto elevato e riguarda in particolar modo bambini, anziani e chi abita a ridosso dei cassonetti dell'immondizia ed è costretto a respirare miasmi nauseabondi".

 

Leggi anche:

Rifiuti Roma, all'Aurelio finestre chiuse a scuola per il cattivo odore

Rifiuti, Raggi: in alcune zone la raccolta non ha funzionato bene