30 Luglio 2021

Pubblicato il

Campioni d'Italia

“Premio internazionale Buone Pratiche”: ecco chi sono i campioni dell’edizione 2021

di Chiara Fedeli

L’iniziativa nasce al fine di premiare i fautori delle “buone pratiche” nei settori dell’informazione, della cultura e dell’economia

Remind
Paolo Crisafi, Presidente Remind Filiera Immobiliare

Nella giornata di ieri, 17 giugno, sono stati proclamati i vincitori del “Premio internazionale Buone Pratiche”. Un riconoscimento – otto in questo caso – che puntava a mettere in risalto le iniziative lodevoli di rappresentanti delle diverse realtà lavorative nella nostra società. Con riguardo particolare ai settori orientati al benessere della collettività: informazione, cultura, economia. Il premio è stato indetto da NewsReminder in collaborazione con il Parlamento Europeo – Ufficio Italia

Vuoi la tua pubblicità qui?

A moderare la premiazione Alessandro Galimberti, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia. La giuria scelta per esaminare i lavori ha visto la figura di Franco Mencarelli, consigliere della Corte dei Conti, affiancato da Paolo Crisafi, presidente di Remind Filiera Immobiliare. Le parole di Crisafi hanno così racchiuso l’intento dell’iniziativa: “in uno stato di emergenza come quello che stiamo vivendo, sentiamo la responsabilità di premiare chi mette cuore in quello che fa.

Carlo CorazzaRappresentante del Parlamento Europeo in Italia, ha sottolineato come siano state proprio le buone pratiche dei lavoratori a contribuire in modo decisivo all’uscita dalla pandemia.

Le eccellenze italiane premiate

Le eccellenze premiate ieri, i campioni d’Italia, dopo aver espresso la gratitudine di una tale onorificenza, hanno voluto descrivere cosa significhi per loro essere insigniti del premio. 

Sezione Informazione

Maurizio Molinari (Giornalista, Saggista e Direttore de “La Repubblica”). Il Direttore ha parlato della responsabilità nel tutelare la sicurezza dei giornalisti, “per natura tra le categorie più esposte”. Ha poi riconosciuto alle nuove tecnologie un aiuto importante per il Paese, che “ha compiuto un grande balzo in avanti nel processo di digitalizzazione. C’è stato un nuovo riconoscimento dell’informazione, del suo carattere strategico e necessario ad affrontare – e superare – la crisi”.

Sezione Informazione – media tv

Cristina Parodi (Imprenditrice, Giornalista, Conduttrice Televisiva e Scrittrice). La giornalista ha raccontato quanto i riconoscimenti siano uno stimolo a fare meglio e a fare di più. Si è detta “felice e lusingata”, soprattutto perché della sostenibilità ambientale ha fatto il caposaldo del suo nuovo brand Made in Italy.  

Sezione economia

Giovanni Legnini (Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione sisma 2016), si dichiara “soddisfatto di aver animato un’esperienza che vede un elevato livello di coesione, tra sindaci, amministratori locali e professionisti. È nostra responsabilità continuare su questa strada”

Sezione Cultura – regia

Alessandro D’Alatri (Regista, Sceneggiatore e Attore) ha confessato “il cinema è stata quella finestra sul mondo, quella finestra meravigliosa sulla fantasia, quel momento di grande evasione e di grande crescita”

Sezione Associazioni – Top manager

Laura Di Raimondo (Direttore Generale Assotelecomunicazioni). Ha affermato: “in questo anno di profondi cambiamenti, la leadership responsabile e diffusa, orientata allo sviluppo dell’autonomia e delle competenze professionali ha permesso alla Filiera delle Telecomunicazioni un rinnovamento continuo e sostenibile per il Paese”.

Sezione Cultura – Teatri

Cecilia Gasdia (Soprano e Sovrintendente Fondazione Arena di Verona). La campionessa si dice pronta a ricominciare, “il Festival dell’Arena di Verona è pronto ad accogliere seimila spettatori per 42 serate dal 19 giugno al 4 settembre. Verona ha risposto con calore inaspettato e con il sostegno concreto. Questo è solo l’inizio”.

Sezione Economia – Top manager

Salvatore Rossi (Economista, Banchiere, Presidente TIM), si è detto “onorato per il premio, che arriva in un momento decisivo per la ripresa economica del Paese. La vera leva del cambiamento sarà l’innovazione digitale che porterà vantaggi, opportunità, e un rinnovamento nel modello dello sviluppo economico”.

Sezione Assicurazioni – Top Manager 

Marco Sesana (Amministratore Delegato Generali Italia e Country Manager Italia & Global Business Lines Generali). “Le imprese hanno oggi il dovere di essere punto di riferimento per la comunità, per ripartire su basi più solide e solidali. In Generali partiamo dai territori per fare bene impresa”.

Ekaterina Bakanova (Soprano e Direttore Area Cultura Remind) ha così commentato la premiazione: “Abbiamo qui presenti delle eccellenze in tutti questi ambiti, e di positività. Quella positività di cui abbiamo disperatamente bisogno in questo momento drammatico. In questo senso, da una parte, la premiazione di oggi è momento di festa e di riconoscimento. dall’altra, deve essere anche un monito. Deve infatti ricordarci che con l’impegno e la dedizione nessun traguardo è irraggiungibile”.  

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento