Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Novembre 2022

Pubblicato il

Pornostar uccisa, chi è il reo confesso che ha massacrato Charlotte Angie

di Redazione
43 anni, bella presenza, un posto in banca, una grande passione per la cucina...questo il profilo dell'uomo che avrebbe ucciso la giovane attrice
Davide Fontana omicida Charlotte Angie

Pornostar uccisa, chi è Davide Fontana, il reo confesso che avrebbe massacrato la giovane pornostar Charlotte Angie?

43 anni, milanese, bella presenza e ottimo lavoro, dipendente di banca nella sua città, food/travel blogger per passione, apprezzato e seguito sui social vanta una pagina Instagram con oltre 13 mila follower.

Davide Fontana omicida Charlotte Angie

Non certo il profilo di un uomo con un disagio economico, sociale o emotivo. Dietro l’omicidio non vi sarebbe alcun movente legato alla gelosia ma un gioco erotico finito in follia. Così Davide Fontana 43 anni avrebbe ucciso è fatto a pezzi la 25enne Carol Maltesi, in arte Charlotte Angie.

Pornostar uccisa, la confessione di Fontana

Il cadavere di Carol Maltesi è stato trovato a pezzi sfregiato decapitato in un parco nella provincia di Brescia.

Dopo l’omicidio, avvenuto a gennaio, avrebbe acquistato un freezer per conservare i resti della vittima. Senza smettere di pubblicare foto di piatti raffinati.

I due erano vicini di casa e avevano una relazione; l’uomo è stato interrogato per ore nella notte tra il 28 e 29 marzo finché non ha confessato il raptus: “Ho iniziato a colpire Carol con un martello poi non ho capito più nulla” avrebbe detto agli inquirenti.

Chi era Carol Maltesi

Aveva 25 anni la donna italo-olandese uccisa. Era cresciuta nel Varesotto, tra Busto Arsizio e Sesto Calenda, dove ha praticato equitazione e danza e dove aveva studiato nell’istituto delle ex orsoline. Tre anni dopo il diploma, nel 2016, la nascita del figlio e il trasferimento a Milano per lavorare in una profumeria, prima di aprire un profilo sul sito per adulti Onlyfans. In seguito l’ingresso nel mondo del porno, che poi ha abbandonato.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo