25 Settembre 2021

Pubblicato il

Municipio XV, Chirizzi-Rollo: No a bando per area accoglienza rom

di Redazione
Numerosi sono i lati oscuri della gara che a procedura aperta è stata indetta in piena fase elettorale. Il Municipio XV ha ancora un campo Rom sulla via Tiberina

"In data odierna il consiglio ha espresso all'unanimità la propria contrarietà al bando del Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute di Roma Capitale per il reperimento di un'area attrezzata nel territorio del Municipio Roma XV o Municipi limitrofi per l'accoglienza e soggiorno di 120 nuclei familiari di etnia Rom e affidamento del servizio di gestione sociale e vigilanza.

Numerosi sono i lati oscuri della gara che a procedura aperta è stata indetta in piena fase elettorale e senza alcuna precedente condivisione con l'amministrazione municipale di riferimento, ma calata sul territorio dal Commissario Tronca ed in totale contraddizione con la comunicazione della Commissione Europea n. 173/2011.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il Municipio XV, come il resto della Capitale, ha ancora in piedi un campo Rom, situato sulla via Tiberina che in seguito allo sgombero del Campo Rom Casilino 900, avvenuto il 20 gennaio 2010, ha ospitato ben 120 persone in più al suo interno con un consequenziale sovraffollamento del campo, causando non pochi disagi agli abitanti di via di Tenuta Piccirilli, che da troppi anni lamentano evidenti problemi di convivenza che si aggiungono ad una preesistente mancanza di servizi essenziali.

È doveroso, quindi, l'immediato ritiro del bando, ma è ancor più necessario progettare le successive fasi per giungere al superamento di tutti i campi rom presenti a Roma da circa quarant'anni, ed oramai divenuti dei veri e propri ghetti etnici entro cui confinare una popolazione". Così in un comunicato la consigliera Pd Gina Chirizzi e la Vicepresidente della Commissione Politiche Sociali Agnese Rollo, del Municipio Roma XV.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo