15 Luglio 2021

Pubblicato il

Roma Municipio XIII, Don Gnocchi: un quartiere abbandonato

di Redazione

"Da via Don Carlo Gnocchi a via Piolti de Bianchi, passando per largo Beata Verzeri: quartieri abbandonati"

Da via Don Carlo Gnocchi a via Piolti de Bianchi, passando per largo Beata Verzeri: oltre mille abitanti totalmente abbandonati dall’amministrazione del Municipio XIII. È questa la denuncia di Marco Visconti, presidente di Movimento Capitale, che descrive questa situazione: “rifiuti di ogni genere lasciati in strada, aree verdi incolte e diffuso degrado con notevoli rischi anche di tipo igienico sanitario, piccole discariche a cielo aperto ovunque. Armadi, lavatrici, water, frigoriferi abbandonati in strada, mentre calcinacci, materiale edile e immondizia riempiono gli spazi verdi”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Solo un anno e mezzo fa si era proceduti ad una vasta operazione di bonifica e riqualificazione dell’area in stato di abbandono all’ingresso di via don Carlo Gnocchi, e di quelle di via Piolti de Bianchi e largo Beata Verzeri. L’operazione, che aveva visto impegnati una ventina di uomini dei Pics decoro urbano, Ama e Servizio Giardini, era stata resa possibile grazie anche alla disponibilità dell’allora assessore all’Ambiente Marco Visconti – omonimo del presidente di Movimento Capitale.

In quell’occasione, quindi, erano stati rimossi i rifiuti – anche oltre 40 tonnellate di materiali di risulta –, le alberature erano state potate, le siepi sagomate, le baracche abusive rimosse.

Ad oggi, però, “la situazione in queste vie è vergognosa” – continua e incalza Visconti, presidente del Movimento. “Il Presidente del XIII municipio Valentino Mancinelli e la sua giunta hanno abbandonato questa gente e tutto il lavoro fatto è andato completamente distrutto. Chiediamo che si torni subito a lavorare su questo territorio perché tutti i cittadini meritano lo stesso rispetto”. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento