21 Ottobre 2021

Pubblicato il

All'insegna del bello

Milano. Chef Colonna racconta il “Fuorisalone” tra Natura, Champagne e Design

di Livia Maccaroni
Antonello Colonna ha deliziato con le sue opere culinarie gli illustri ospiti del "Fuorisalone". Il brindisi con lo Champagne Perrier-Jouet
Antonello Colonna
Antonello Colonna

Dal 5 al 10 settembre Milano si è trasformata nella capitale dell’arredamento. Infatti la metropoli lombarda ha fatto da sfondo a una delle manifestazioni più attese dagli amanti del design, ma particolarmente apprezzata anche da semplici curiosi: il Salone del Mobile 2021. A curare l’evento è stato l’architetto Stefano Boeri. E se nei padiglioni della Fiera di Milano – Rho le postazioni dedicate alle aziende partecipanti hanno ospitato le numerose sfumature di colori tenui di sedie, letti e cucine, negli spazi più intimi del “Fuorisalone il perno attorno a cui è ruotato l’evento è stato il cibo.

L’iter gastronomico di Antonello Colonna

Uno dei protagonisti di quest’esperienza è stato lo Chef stellato di fama internazionale Antonello Colonna, che ieri, giovedì 9 settembre, a partire dalle 19:30, nel Sagrato della Chiesa di San Marco ha deliziato illustri ospiti e alti conoscitori e collezionisti di grandi vini, accompagnandoli in un sorprendente iter gastronomico all’insegna della creatività, del senso della collettività e del piacere. Gli ospiti hanno brindato con le migliori bollicine della Maison Francese Perrier-Jouet, azienda produttrice di Champagne, conosciuta in tutto il mondo.

Bellezza, familiarità e condivisione

Natura, Champagne e Design si sono fusi affinché gli invitati potessero lasciarsi trasportare da un’esperienza elegante, travolgente e unica nel suo genere. E a trionfare è stata la bellezza, in ogni sua forma. Ospiti della serata l’artista Andrea Mancuso, artefice dell’opera “Anslogia Project”, Leo Damiani, che rappresenta per il gruppo Antinori la prestigiosa casa francese, e, chiaramente, lo Chef Colonna, che ha contribuito in prima persona alla realizzazione di un ambiente che ricordasse il più possibile la casa, intesa come luogo del cuore, della familiarità e della condivisione, protagonista indiscussa della manifestazione.

Considerazioni e progetti futuri

“L’evento è andato molto bene. È la dimostrazione del fatto che la mia presenza a Milano continui ad essere permanente, soprattutto nell’organizzazione di grandi eventi e manifestazioni. Infatti, non ultimo, sarò presente alla ‘Milano Fashion Week’. Dal 20 al 24 settembre 2021 affiancherò sulla meravigliosa terrazza di Palazzo Duomo, dove ormai mi sono collocato, i più grandi brand della moda e del lusso”. Sono le parole con cui lo Chef Colonna ha dimostrato tutta la sua soddisfazione.

Antonello Colonna

Cuoco, imprenditore, collezionista, ristoratore, albergatore, filosofo, poeta, inventore, rivoluzionario, “anarchico ai fornelli”, personaggio tv. Sono solo alcune delle definizioni usate da giornalisti, critici gastronomici o semplici appassionati di cucina per descrivere Antonello Colonna. Nasce a Roma. Nel 1985 intraprende la professione di ristoratore a Labico, assumendo il comando dell’attività di famiglia, una locanda per viaggiatori, che prenderà il nome “Antonello Colonna”. Ma la sua attività di ristoratore non si concentra solamente in Italia. Nel 1987 apre a New York il ristorante ebraico-romano “Albero d’oro”, poi ribattezzato “Vabene”. Nell’ottobre del 2007, invece, inaugura il ristorante “Open Colonna” all’ultimo piano del palazzo delle Esposizioni a Roma. E nell’aprile 2012 nel parco naturale di Labico ha lanciato l’”Antonello Colonna Resort & Spa”, al cui interno si trova il ristorante gourmet “Antonello Colonna Labico”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo