Massimo Ferrero e il suo libro “Una vita al Massimo”

6

Il Presidente Massimo Ferrero ha scelto Roma, Milano e Genova per presentare il suo nuovo libro autobiografico “Una Vita al Massimo”, nelle librerie Feltrinelli; la prima tappa è stata la Feltrinelli di via Appia. Già dal primo pomeriggio tifosi sampdoriani e non hanno affollato la sala comprando il libro di Ferrero per poter poi essere i primi a farsi fare una dedica.

Arrivando con molto anticipo ha conversato con i tifosi e amici che gli chiedevano di cosa trattasse il libro; lui rispondeva a tutti con molta semplicità che il libro riguardava la sua vita e allora, stimolato dai presenti, ha iniziato a spiegare alcuni brani che sono nel libro.

Ha raccontato di quando è stato in carcere, perché in quel periodo era fidanzato con la figlia di un poliziotto e lui commise oltraggio a questa persona, scoprendo solo in un secondo momento chi fosse; di quando faceva il cascherino in un forno e si portava a casa la metà delle pizze che doveva consegnare; di quando per poter prendere qualche cesto con il pranzo dei figuranti si imbucava nei set cinematografici. Ma erano così tanti gli aneddoti, che ha dovuto metterli tutti in un libro. Ha ricordato anche di quando con orgoglio ha stretto la mano a Fidel Castro. 

Vedendolo di persona è molto meglio dell’imitazione che ne fa Crozza, una simpatia vera, come direbbe qualcuno:  “uno di noi”. “Una Vita al Massimo” scritto con il giornalista Alessandro Alciato con la Rizzoli editore. Ha presentato la serata Angelo Mangiante.

Tra le tante cose dette si è lasciato scappare che Cassano il prossimo anno giocherà per la Sampdoria: sarà vero?.