08 Aprile 2021

Pubblicato il

11-14 giugno, tutti gli eventi per chi resta in città a Roma

di Redazione

Mostre, spettacoli teatrali, gastronomia, buona musica. Si parte dai libri e si arriva “All’ombra del Colosseo”

Inizia il caldo e quindi anche l’esodo delle persone che si mettono in fila sulle principali consolari laziali in direzione mare. Non tutti però hanno il coraggio di ore ed ore di fila per dedicare solo poche ore alla tintarella estiva e allora, per tutti coloro che preferiscono passare un weekend “caloroso” a casa, la città offre tanti divertimenti e svaghi.

Si inizia con i libri. “D come donna” è il nuovo libro di Angela Procaccini che sarà presentato l’11 giugno presso la Sala convegni del Tribunale dei minori di Roma con la prefazione a cura di Bianca Berlinguer. Sette donne, sette storie, sette versioni dell’amore. Figli, amici, fratelli, padri e madri ma anche cose materiali come la terra, le piante, gli animali. Le donne amano in maniera incondizionata anche se questo amore provoca loro sofferenza. Tutte e sette le protagoniste si intrecciano, inevitabilmente, con la storia personale della scrittrice che nel 1982 ha subito la perdita della figlia in un agguato di camorra. “Non sempre il lutto si può elaborare ma la lo si può portare senza esserne schiacciati”, così scrive nella prefazione Bianca Berlinguer.

Sempre rimanendo in tema di femminilità al Teatro Palladium il 13 giugno andrà in scena “Lo sguardo di Orfeo” nell’ambito del festival sull’eccellenza femminile, In collaborazione con l’Università Roma Tre basato sui testi di Maricla Borgio. Anche stavolta i sentimenti sono il punto cardine sviluppati, però, in chiave moderna rivisitando anche il mito di Orfeo e l’impossibilità di amare.

Oltre alla cultura anche la gastronomia desta molto interesse e allora non si può mancare alla dodicesima edizione del Vinòforum che partirà venerdì 12 giugno, lungotevere Diaz, e che per due settimane riunirà tutte le aziende vinicole più importanti che avranno la possibilità di presentare i loro migliori prodotti. Degustazioni di vini e prelibatezze gastronomiche: si consiglia di andarci a stomaco vuoto.

Dal cibo si passa alla buona musica. La Basilica di Santa Maria sopra Minerva ospita la stagione concertistica classica. Dal Barocco al repertorio romantico novecentesco, gli interpreti, tutti di altissimo livello, sapranno offrire al grande pubblico i classici della musica. Ogni appuntamento prevede una piccola prefazione storica.

Anche l’arte, soprattutto in una città come Roma, ha diritto al suo momento di gloria magari con una bella mostra personale come quella organizzata dall’11 giugno presso l’Ambasciata del Brasile dal titolo “Demonumento”. L’unione tra questi due paesi, in occasione dei 150 anni dall’inizio della migrazione italiana in Brasile, si percepisce fortissima nell’opera dell’artista Marco Maria Zanin. Già il titolo della mostra da un’idea delle immagini mostrate. Un agglomerato di costruzioni urbane, cementificazione selvaggia che non lascia spazio allo sguardo umano: così si presenta la città di San Paolo.

Infine due appuntamenti divenuti, ormai, un classico delle estati romane. “Lungo il Tevere 2015” – da Ponte Sisto fino a Ponte Sublicio: tante manifestazioni, attività, eventi, mostre e concerti incorniciate da bancarelle di ogni genere sotto il cielo stellato di Roma – e “All’ombra del Colosseo” – al Parco del Colle Oppio, anche quest’anno ospiterà moltissimi artisti noti, tra cui Cinzia Leone, Dado, Dario Cassini, Pablo e Pedro e tanti altri ancora.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento