Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Gennaio 2023

Pubblicato il

Mainetti, Sorgente Group: Tevere protagonista del Giubileo 2025

di Redazione
Tra i progetti approvati la manutenzione straordinaria e il rifacimento della pavimentazione dei Lungotevere
Fiume Tevere
Fiume Tevere

Presentato a Palazzo Chigi il primo gruppo di 87 interventi tra progetti di valorizzazione e riqualificazione di edifici e piazze, per il miglioramento della mobilità e la facilitazione dell’accessibilità e altri rivolti all’accoglienza e all’ospitalità, senza trascurare il Tevere per cui sono previsti una serie di interventi relativi alla creazione di parchi pubblici d’affaccio ed oasi naturalistiche, interventi di riqualificazione e valorizzazione delle sponde. 

Il Tevere protagonista della vita della Capitale

“Il Tevere è da sempre protagonista della città di Roma, ma nell’ultimo decennio è stato trascurato e direi abbandonato, allontanandolo dal vivere quotidiano dei cittadini. – afferma Valter Mainetti, Presidente della Fondazione Sorgente Group – Da molti anni, attraverso l’associazione Bryaxis, ho tentato di proporre progetti di riqualificazione e ci siamo sempre proposti per iniziative di riqualificazione soprattutto delle sponde nei pressi dell’Isola Tiberina. Solo in estate, in occasione dell’iniziativa “Lungo il Tevere … Roma” quell’area viene restituita ai cittadini grazie ad una sistemazione e organizzazione di eventi culturali e d’intrattenimento a cui anche Bryaxis partecipa.”   

Tra i progetti approvati sarà effettuata la manutenzione straordinaria e rifacimento della pavimentazione dei Lungotevere sia in asfalto che in sampietrini e dei relativi ponti per complessivi 10 km circa da ponte Risorgimento a Ponte Palatino in entrambe le direzioni.

I muraglioni monumentali di Lungotevere

Importante anche la pulizia e il restauro conservativo dei muraglioni monumentali, attraverso la riparazione degli elementi danneggiati, in particolare i lastroni di travertino, i muretti e gli altri elementi murari, l’eliminazione delle cause esterne che minacciano la stabilità e l’integrità con l’eliminazione delle infiltrazioni d’acqua e delle radici delle piante e della vegetazione infestante.

Ci sarà spazio anche per la valorizzazione della banchina sinistra da Ponte Fabricio a Ponte Testaccio per uno sviluppo di 2 km circa con l’eliminazione del limo fluviale depositatosi a seguito delle piene del fiume.

“Di grande soddisfazione è leggere – continua Valter Mainetti – che è prevista la manutenzione straordinaria della pavimentazione delle banchine e dei cigli sconnessi a sinistra e a destra nel tratto del Tevere compreso tra Ponte Pietro Nenni e Ponte Sublicio che si trovano in una condizione di profondo degrado per la pavimentazione di sanpietrini sconnessi o mancanti così come i cigli delle banchine infestati dalle radici penetranti della vegetazione che ha ricoperto ampi tratti, rendendoli impraticabili e pericolosi”

Infine, verranno creati parchi pubblici d’affaccio e oasi naturalistiche sul Tevere, come l’Oasi Naturalistica tra ponte Milvio e ponte Flaminio con una fruizione turistico didattica dell’area naturalistica fluviale e la realizzazione in un parco di affaccio “Foro Italico” con la realizzazione di infrastrutture con la vocazione sportiva.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo