07 Aprile 2021

Pubblicato il

Nerazzurri lanciatissimi

L’Inter passa l’esame Scudetto, speranza Crotone: i temi della ventiseiesima di Serie A

di Enrico Salvi

La Juventus in ripresa, tengono botta Roma e Napoli, grandi movimenti nella parte bassa della classifica con gol all'ultimo secondo determinanti

Skriniar Inter 26° Serie A

Giornata spartiacque per la testa, importante per la coda. La ventiseiesima giornata di Serie A ha regalato tanti spunti da analizzare uno per uno.

Inter, vittoria dal profumo di Scudetto

Vittoria pesante, con il minimo scarto contro un avversario temibilissimo: un esame Scudetto superato. L’Inter supera l’Atalanta nel Monday night e rimane a+6 sul Milan e +10 sulla Juventus.

In una partita intensissima anche se avara di gol, la squadra di Conte la risolve grazie ad una palla inattiva di Milan Skriniar e l’atteggiamento che serve per vincere i campionati, quelli che hanno fatto la fortuna dell’allenatore salentino ai tempi della Juventus. Nella giornata meno brillante in avanti (1 tiro in porta), c’è la compattezza difensiva dei giorni migliori al cospetto del devastante attacco atalantino. Più un Handanovic tornato super in versione derby. È la consacrazione della Beneamata diventata finalmente una “squadra”.

Il Milan resiste, la Juve si prepara al meglio alla Champions

Il Milan lotta contro tutte le assenze e vince al Bentegodi. Contro la “Fatal Verona” Pioli fa un altro passettino verso la qualificazione alla prossima Champions League ringraziando le seconde linee. I guizzi di Krunic e di Dalot (gran gol su assist dello stesso Krunic) sono ossigeno puro, dati gli scontri diretti di questo weekend. Una vittoria contro una piccola che cominciava a mancare per una squadra che dal punto di vista mentale si dimostra ancora solidissima alla vigilia della sfida di Europa League contro il Manchester United.

Rimanendo in tema pre-europeo, anche la Juventus si prepara al meglio verso la fondamentale sfida al Porto. Contro una big come la Lazio non era facile, per di più dopo essere andata sotto per un errore grossolano di Kulusevski. In una situazione complicata invece, la Vecchia Signora ne è venuta fuori alla grande con le prestazioni di Chiesa e Morata. Il primo ha i colpi per cambiare le partite, il secondo è fondamentale nel gioco di Pirlo. CR7 rimane un fenomeno, ma nel suo terzo anno di Juve non è sempre un fattore. Servirà tutta la carica del portoghese però per passare ai quarti di Champions.

SquadraPartitePunti
Inter2662
Milan2656
Juventus2552
Roma2650
Atalanta2649
Napoli2547
Lazio2543

Roma e Napoli non convincono ma si riavvicinano

Con la sconfitta della Dea la Roma si riprende il quarto posto grazie anche alla vittoria di misura sul Genoa nel lunch match di domenica. A Fonseca basta lo stacco di testa di Mancini (4° gol in Serie A) per stendere un Grifone che non ha creato grossi grattacapi ai giallorossi. Colpa dei capitolini non aver chiuso la partita prima e la scarsa vena realizzativa del reparto avanzato: solo un gol negli ultimi 6 match. Non può bastare per il finale di stagione.

Gran fatica anche per il Napoli, che batte un ottimo Bologna e si mette in scia a Roma e Atalanta. Se latita ancora la tenuta nei 90 minuti, diversi sono i punti sui quali Gattuso può essere soddisfatto: dal ritorno al gol di Osihmen al quarto gol nell’ultimo mese di Lorenzo Insigne. Con l’assenza delle coppe e con la conferma di uno Zielinski devastante nella posizione da trequartista, gli azzurri possono presentare la propria candidatura alla zona Champions, seppur con un Ghoulam in meno.

Zona Salvezza: al Crotone l’ultima chance

Tanti scontri diretti in testa, tanti scontri diretti in coda. Su tutti l’ultima spiaggia concessa al Crotone di mister Serse Cosmi, che batte un Torino ancora “debilitato” dal Covid e recupera punti. Tanti cambiamenti in classifica segnati da gol allo scadere: da destro di Radja Nainggolan che regala il pareggio del Cagliari a Genova fino al clamoroso autogol di Iacoponi che priva il Parma di una preziosa vittoria a Firenze. L’Udinese si tira fuori dalla corsa salvezza con la vittoria sul Sassuolo.

SquadraPartitePunti
Bologna2628
Genoa2627
Fiorentina2626
Spezia2626
Benevento2626
Cagliari2622
Torino2420
Parma2616
Crotone2615

Ci Piace e Non Ci Piace: Serse Cosmi e il Benevento

Premio di giornata va a Serse Cosmi che, a meno di una settimana dalla suo ritorno in Serie A sfrutta l’ultimo treno utile per la salvezza e rivitalizza la piazza crotonese. La mission salvezza rimane impossible, ma i pitagorici hanno già dato vita in passato a imprese di questo tipo. C’è ancora vita.

Chi invece rischia di ritrovarsi immischiato in una lotta che non sembrava appartenergli è il Benevento. 10 partite senza vincere e margine sul 18° posto ridotto a 6 punti (che possono essere anche meno). Una macchina che si è inceppata, e spetterà a Filippo Inzaghi ritrovare il gioco e l’entusiasmo del Benevento autunnale ammirato anche con le grandi.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento