06 Maggio 2021

Pubblicato il

La Commedia Europea è un flop

di Redazione

Matteo Renzi, a chiusura del semestre europeo, arringa un'Aula mezza vuota

A poco è servita la citazione forbita e, pindaricamente, decontestualizzata del premier Renzi. “Avevo cominciato parlando dei sogni dei giovani ‘Telemaco’, ora qui cito ‘Fatti non foste a vivere come bruti’ contro la demagogia dell’Europa della paura”: con queste parole il presidente uscente, a Strasburgo, ha arringato un’Aula mezza vuota. 

Renzi sperava, forse, di bissare con Dante gli ascolti record di un altro italiano, Benigni, che nel 2007 portò i canti della Divina Commedia nelle case di 10.997.000 telespettatori italiani, inaugurando così un fortunatissimo tour mondiale. Invece, in occasione del discorso di chiusura del semestre europeo di presidenza italiana, i numeri non ci sono stati e Renzi si è cimentato in un’orazione solitaria. Poltrone vuote, desolazione, per usare un linguaggio caro alla televisione diremmo che si è trattato di un “flop”. A dare forfait è stato più d’un eurodeputato. “Non ti curar di loro ma guarda e passa” direbbe il padre della lingua italiana, ma forse, stavolta, un esame di coscienza s’impone.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento