Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Agosto 2022

Pubblicato il

Influencer senza volerlo

Intervista all’influencer Andrea Colombini: “L’11 dicembre fermiamo tutto”

di Anna Mirabile
La cultura e la dialettica fanno di Andrea Colombini un leader indiscusso che promuove il dissenso dei cittadini contrari al Green Pass
Andrea Colombini, direttore d'orchestra
Andrea Colombini, direttore d'orchestra

E’ ormai una star del web, acclamata in tutte le piazze d’ Italia. Andrea Colombini, influencer che vanta centinaia di migliaia di fan sui social e nei suoi concerti, è un Direttore d’orchestra con il merito di avere portato la musica di qualità a cielo aperto nelle città italiane, Firenze e Lucca in primis.

Andrea Colombini, influencer suo malgrado

La cultura e la dialettica ne fanno un leader indiscusso che oggi fa da cassa di risonanza al dissenso dei cittadini contrari al Green Pass. Ottimista e carismatico, Colombini sostiene che a suo avviso l’Italia abbia già vinto, come a dire che il governo attuale ha i giorni contati. “Le decisioni liberticide di personaggi autoritari che non sono stati eletti dal popolo. non andranno lontano” dice con convinzione.

Di solito non concede interviste, infastidito da una certa stampa che manipola le notizie, ma si dimostra invece ben disposto verso il giornalismo indipendente, pluralista, onesto e in particolare nei confronti della controinformazione. Ci ha accolto con entusiasmo.

Andrea Colombini nelle tue dirette sostieni che l’Italia abbia già vinto. Mi spieghi cosa intendi esattamente?

Non riusciranno a toglierci la sovranità popolare. E siccome noi abbiamo il denaro, i risparmi dei genitori, l’oro dei nonni, insomma siamo ricchi in un mondo povero, alla fine avremo la meglio e ci riorganizzeremo per una vita all’insegna della cultura, della gioia e del benessere per una rivoluzione gandhiana che ignori chi vuole il nostro male. Purtroppo per loro abbiamo un sistema immunitario molto potente e non ci ammaliamo con la facilità che si attendevano. Non possiamo stare al chiuso? Bene. Staremo all’aria aperta che fa anche bene. Come si è visto nei miei ormai celebri aperitivi nei giardini dei bar.

I tuoi concerti nelle piazze hanno registrato sold out?

La gente ama la vita, la musica, lo stare insieme e la cultura così distante da certi programmi tv spazzatura. E se una persona sta bene e coltiva il bello, le amicizie e l’amore non si ammala. Anzi. La felicità tiene lontani i virus e i batteri.

Tu che domini il pentagramma musicale, raccontaci la nota stonata del green pass

Un braccialetto verde per vivere? Impensabile. Il super green pass così come quello base per me non esistono. Mi comporterò sempre nello stesso modo. Ignorandoli. Sono almeno 15 milioni gli italiani che la pensano come me.

Strategie per uscirne?

L’11 dicembre si ferma tutto. Noi siamo cattivi. Non abbiamo il green pass e sceglieremo anche di non andare a lavorare. Il potere vuole indurci a reagire in maniera scomposta e scorretta e noi questo non lo faremo. Rispondiamo, basandoci sulla Costituzione perché ci sono giudici, magistrati, avvocati onesti per fortuna. Noi facciamo valere i nostri diritti, così com’ è accaduto all’infermiera di Velletri, sospesa per non essersi vaccinata e reintegrata dal giudice del lavoro in servizio. Le hanno restituito il denaro, dandole la possibilità di chiedere i danni all’azienda. Questo prima o poi accadrà a tutti coloro che mettono in atto il green pass, smentito dalla legge europea 953 del 2021 che vieta la discriminazione dei non vaccinati

Come può difendersi chi come i docenti e le forze dell’ordine avrebbe l’obbligo vaccinale?

I militari e gli insegnanti non dovrebbero firmare il consenso informato perché se i sanitari vengono reintegrati in servizio, malgrado abbiano un obbligo vaccinale da contratto di assunzione, gli altri che non ce l’hanno, sono doppiamente nella ragione. Siamo pieni di ricorsi che stanno andando bene ai medici, figuriamoci polizia e carabinieri.

Perché il governo agisce in questo modo?

E’ diventato un gioco per loro. Monopoli. Ci metto due case, due alberghi, compro parco della Vittoria. L’ Italia è in svendita. Che importa se la gente perde il lavoro? Hanno iniziato dalla Fiat. Agiscono senza logica giuridica perché sono al fondo e non sanno più cosa fare.

A cosa devi il tuo seguito?

Sono autentico, dico la verità, non ho paura. Le piazze non hanno un colore politico. Sono persone che lottano per i loro diritti. Come me. Sono un influencer mio malgrado.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo