09 Maggio 2021

Pubblicato il

Impianti di Manlio Cerroni, cade l’interdittiva antimafia

di Redazione

La decisione dei giudici della sezione Prima Ter del TAR del Lazio per "difetto di istruttoria e motivazione"

Annullate per “difetto di istruttoria e motivazione” le interdittive antimafia, emesse lo scorso gennaio e lo scorso marzo dal prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, nei confronti delle società proprietarie dei due TMB di Malagrotta, del tritovagliatore di Rocca Cencia e del TMB di Albano, tutte riconducibili alla sfera di controllo di Manlio Cerroni. Ad assumere questa decisione, i giudici della sezione Prima Ter del TAR del Lazio.

Le interdittive, impedivano alle società di raccolta rifiuti (AMA e Volsca Ambiente) di stipulare accordi con le pubbliche amministrazioni e pertanto, i sindaci di Roma e Albano furono costretti ad emanare d'urgenza delle ordinanze per consentire di conferire i rifiuti presso quegli impianti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento