18 Settembre 2021

Pubblicato il

Ignazio Marino, la sfiducia riparte dai municipi romani

di Redazione
Dai consiglieri NCD nei Municipi di Roma il sostegno alla mozione di sfiducia del gruppo NCD capitolino

«Non c’è nessun hacker. Questo è stato un dossier manipolato dallo stesso sindaco», aveva affermato martedì il senatore Ncd Andrea Augello, a proposito del famigerato 'multegate'. L'affare che sembra aver irrimediabilmente compromesso l'immagine del primo cittadino, dopo giorni, non accenna a sgonfiarsi. Infatti, come annunciano il coordinatore NCD del Lazio, Roberta Angelilli, e il capogruppo NCD in Campidoglio, Roberto Cantiani, tutti i consiglieri del Nuovo Centrodestra presenteranno nei rispettivi municipi un documento a sostegno della mozione, sempre di sfiducia, proposta dai consiglieri NCD in Campidoglio, Roberto Cantiani e Lavinia Mennuni. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

«Dopo lo scandalo delle multe non pagate dal Sindaco di Roma, ieri è arrivata anche la denuncia delle Iene, in un servizio che immortalava la macchina di Ignazio Marino parcheggiata in evidente divieto di sosta» – incalzano Angelilli e Cantiani.

I consiglieri municipali NCD che aderiranno alla protesta sono: Erbaggi, De Napoli, Mocci, Antoniozzi, Consorti, Bonelli, Foglietta, Di Bella, Peri, Oddo, Cola, Bartolomeo, Petrella, Milioni, Buttarazzi, Pandolfi, Giacomini, Moroso, Signorini, De Angelis, Colagrossi, Cecini. «Riteniamo che l'operato di Marino, dal giorno del suo insediamento ad oggi, sia stato caratterizzato da ogni sorta di errore politico e amministrativo e che tale modus operandi abbia sistematicamente ridicolizzato l'immagine di Roma e dei romani ad ogni livello e contesto, sia nazionale che internazionale» – commentano, coralmente, gli esponensti municipali di NCD.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo