Guidi: “In Calabria non c’è un solo reparto di psichiatria infantile, e parliamo di futuro”

1

Non si fa altro che parlare di “futuro” e di bambini, come dell’importanza della crescita demografica e della Salute. Valori della massima importanza, eppure forse non molti sanno che sul territorio le strutture per diagnosticare e accogliere le malattie più odiose e difficili sono poche o poco raggiungibili.

Forse molti non sanno, ad esempio, che in Calabria non c’è un solo reparto di psichiatria infantile. Un danno enorme per i piccoli pazienti che hanno bisogno di essere visitati e assistiti nel loro ambiente familiare. Inoltre le migrazioni sanitarie a cui le famiglie sono costrette snaturano il comportamento del bimbo, rendendo ancora più difficile la diagnosi e il lavoro dei medici che lo seguono.