08 Marzo 2021

Pubblicato il

Giubileo, detenuti impiegati nella pulizia e nel decoro di Roma

di Redazione

Il progetto si chiama ‘Ricomincio da qui’, è volontario e gratuito. Saranno in tutto 20 i detenuti impiegati

Si chiama Ricomincio da qui, ed è un progetto – approvato dal Consiglio di Amministrazione di Cassa Ammende e presentato dal Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria del Lazio in collaborazione con Roma Capitale – che prevede l’impiego di circa 20 detenuti di Rebibbia in attività di pulizia e cura delle aree cittadine in occasione degli eventi legati al Giubileo che, indetto da Papa Francesco, prenderà il via nel dicembre 2015.

La partecipazione al progetto, che è volontaria e gratuita, riguarderà le zone indicate dall’Amministrazione di Roma Capitale e dai servizi e Dipartimenti competenti. Per ogni detenuto, secondo quanto fa sapere il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, si prevede un impegno lavorativo per 25/30 ore settimanali per una durata complessiva di sei mesi.

“Il progetto ‘Ricomincio da qui’ nasce nell’ambito del protocollo di intesa Dap–Anci sottoscritto il 20 giugno 2012 e rappresenta un esempio di azione concreta volta ad offrire opportunità di crescita personale a persone in esecuzione penale, in possesso di idonei requisiti sotto il profilo giuridico/comportamentale, attraverso percorsi di sensibilizzazione all’educazione ambientale, al decoro della città e alla tutela della sicurezza pubblica”, continua il Dipartimento in una nota – “I detenuti saranno destinatari di attività formativa erogata attraverso il modello ‘imparare lavorando’ volta a sviluppare il senso di appartenenza e sensibilizzazione dei partecipanti alla tutela dell’ambiente, del decoro della città e conservazione dei beni cittadini; ad ampliare le competenze e a sviluppare nuove capacità in grado di trasformare le persone in esecuzione penale da soggetti assistiti a soggetti attivi favorendo il processo di inclusione socio-lavorativa; a contribuire al miglioramento dell’immagine della città nei confronti dei residenti, dei turisti e dei pellegrini”.

Il finanziamento di 9.000 euro (di cui 6.000 euro per le spese di assicurazione e 3.000 per la fornitura di materiale antinfortunistico) è interamente sostenuto da Cassa Ammende.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento