06 Maggio 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Gadget personalizzati: un’arma in più per la promozione del marchio

di Redazione

Sempre più diffusi, i gadget personalizzati rappresentano ormai una tendenza di marketing sempre più presente per potenziare il proprio brand

Gadget Personalizzati

I social e i mass media sono i canali di promozione prediletti dalle aziende che hanno bisogno di aumentare la visibilità del proprio brand. La maggior parte delle strategie promozionali, infatti, viene sviluppata e concepita per essere diffusa attraverso mezzi moderni, che possono raggiungere in maniera capillare un pubblico ampio e variegato. Al fianco di questo approccio, orientato prevalentemente alle tecnologie ed ai mezzi di comunicazione digitali, ne esiste un altro, molto diverso.

Si tratta di campagne di promozione attuate attraverso la distribuzione di gadget personalizzati, ossia oggetti di uso comune sui quali abbiamo impresso il logo o il marchio dell’azienda. I fattori che hanno permesso a questo approccio alla promozione di sopravvivere anche all’irresistibile avanzata del digitale sono diversi: di seguito, vediamo quali sono e come vengono sfruttati in maniera professionale.

I vantaggi offerti dai gadget aziendali

Perché gli oggetti personalizzati con un marchio o un logo aziendale sono ancora così tanto utilizzati a scopo promozionale? La risposta è più complessa di quanto non si possa pensare. In primo luogo, dobbiamo tener conto del meccanismo psicologico che si innesca quando un gadget viene distribuito; la consegna, gratuita, di un articolo di qualsiasi genere rappresenta la prova tangibile della riconoscenza che l’azienda vuole esprimere nei confronti del proprio interlocutore.

Si tratta di un modo semplice ed immediato di ringraziarlo; allo stesso modo, anche chi riceve un gadget prova un senso di gratitudine. Ciò permette di associare un meccanismo positivo all’oggetto e, di riflesso, anche all’azienda che lo ha distribuito.

Il secondo vantaggio connesso all’utilizzo di gadget personalizzati a scopi promozionali è il costo ridotto; gli articoli di questo genere (equiparabili alle spese di rappresentanza) sono, infatti sia deducibili che detraibili. Questa peculiarità consente di ridurre al minimo l’impatto economico delle campagne di promozione sul bilancio aziendale.

Infine, l’oggettistica brandizzata rappresenta una strategia molto versatile: è possibile applicare le personalizzazioni ad una vasta gamma di articoli molto diversi da loro, a seconda delle specifiche esigenze. Le opzioni più comuni sono gli accessori da ufficio e da lavoro, i kit per il pranzo al sacco, i capi di abbigliamento tecnico, zaini e borse.

I gadget per l’estate

Tra gli oggetti che possono essere personalizzati a fini promozionali ci sono anche gli articoli per il mare, un’opzione sempre più gettonata in vista dell’arrivo della bella stagione. Alcuni sono particolarmente adatti allo scopo, in quanto presentano ampie superfici disponibili per realizzare la personalizzazione con un logo o un marchio: basti pensare a borsoni o teli, così come gli zaini impermeabili, le sacche e le borse da spiaggia.

Tra i gadget estivi personalizzabili non possono mancare i palloni leggeri (da beach volley o da calcio) così come i classici racchettoni. Per proteggere il proprio smartphone dall’acqua e dalla sabbia è anche possibile utilizzare un astuccio in neoprene, pratico e comodo. 

Dal punto di vista promozionale, per sfruttare al massimo le potenzialità di articoli di questo genere, è consigliabile rivolgersi ad un’azienda specializzata, come ad esempio la Duelle-Promotions. Il motivo è semplice: sviluppare e realizzare una linea di gadget personalizzati è meno facile di quanto si possa pensare; l’intero processo richiede competenze diversificate (marketing, merchandising, premiazione e designa), al fine di individuare le soluzioni più adatte alle esigenze del committente.

Gli aspetti da valutare con attenzione sono diversi, dalla tipologia di prodotto merceologico ai materiali, passando per il design e la scelta dei canali di distribuzione. L’oggetto fisico in sé deve essere concepito e realizzato in maniera tale da poter svolgere una funzione comunicativa e non solo pratica, veicolando e rafforzando la brand identity dell’azienda anche attraverso scelte mirate, come ad esempio l’utilizzo di materiali di recupero o ecosostenibili.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento