06 Maggio 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Come curare la barba: consigli per il fai da te

di Redazione

La barba lunga è un trend sempre più in voga per l'uomo: scopriamo le tecniche e i prodotti da utilizzare per curarla al meglio

Come curare la barba

Decidere di farsi crescere la barba è un piccolo “passo” che molti uomini intraprendono per adeguarsi alla moda, oppure semplicemente per cambiare il proprio look. Questa scelta, però, ha un risvolto molto importante: affinché rappresenti davvero un plus per il proprio aspetto, la barba deve essere ben curata, attraverso una serie di attenzioni quotidiane (o quasi). Per questo, i più esigenti decidono di affidarsi ad un professionista, ossia al barbiere di fiducia per una rasatura o un ritocco ogni settimana.

Diversi cultori della barba, però, prediligono il fai da te, per il piacere di godersi il rituale di radersi a mano e prendersi cura del proprio aspetto in modo indipendente. Certo, non sempre è possibile ottenere un risultato apprezzabile: servono prodotti e accessori di buona qualità, una discreta dose di pazienza e la giusta manualità. In questo articolo, vediamo tutto quello che c’è da sapere sul come curare la barba senza affidarsi esclusivamente ad un barbiere professionista.

La preparazione della barba

Ci sono diversi fattori da valutare prima di farsi crescere la barba. Quello più importante è rappresentato dal tipo di pelo che ricopre il viso: per ottenere un buon risultato, infatti, è indispensabile che la barba sia compatta (ma non troppo), morbida e omogenea. In altre parole, chi ha soltanto delle chiazze irregolari di pelo, dovrebbe optare per una rasatura completa, lasciando il viso glabro ed evitando l’effetto – non particolarmente estetico – della ricrescita.

Al massimo, può scegliere di lasciar crescere baffi e pizzetto. Se, di contro, si ha a disposizione una barba adatta ad essere sagomata e modellata, la scelta di lasciarla crescere ha di certo più senso e garantirà un risultato più soddisfacente.

Il primo step di preparazione per la barba è, naturalmente, lasciar crescere il pelo; in genere bastano tre o quattro settimane (al massimo un mese) per ottenere una lunghezza adeguata: il tempo dipende dalle caratteristiche fisiologiche di ciascuno ma quasi sempre non servono più di quattro settimane.

Scegliere e impostare lo stile

Dopo aver fatto crescere il pelo quanto basta, è necessario scegliere lo stile della barba. I possibili tagli sono numerosi e vanno dal classico “integrale” al semplice pizzetto, passando attraverso opzioni più ricercate, come ad esempio la “barba a becco d’anatra” o il “pizzetto alla Van Dyck”. Nel caso la scelta ricada su di uno stile complesso e scolpito – come ad esempio il “becco d’anatra” – è consigliabile lasciare che sia un barbiere ad impostare il taglio e definire i profili. Per i tagli più semplici è possibile anche fare da soli, avendo cura di radere bene le zone da lasciare glabre e cercando di rendere il taglio simmetrico su entrambi i lati del viso.

Fatto ciò, la barba va curata regolarmente; il pelo deve essere tenuto ad una lunghezza non eccessiva, tagliandola una o due volte a settimana. In aggiunta, deve essere lavata e profumata, utilizzando prodotti appositi, oltre che pettinata per conferirle un aspetto gradevole e ben curato.

Prodotti e accessori necessari

Per curare adeguatamente la propria barba è necessario avere a disposizione prodotti e accessori di buona qualità; per gli amanti della rasatura fai da te è molto semplice reperire tutto il necessario, non solo nei negozi di settore ma anche online, grazie ad e-commerce specializzati come Gaspa-Milano.it.

L’accessorio indispensabile per la cura della barba è certamente il rasoio. I modelli più pratici sono quelli elettrici, che consentono di regolare la misura del taglio; alcuni marchi, come ad esempio la BabyLiss, producono anche modelli dalla linea vagamente vintage, per gli amanti del genere. Per quanto riguarda i prodotti, invece, una dotazione completa deve includere:

  • crema di preparazione alla rasatura;
  • schiuma da barba (in alternativa, sapone o crema);
  • sapone da barba (per il lavaggio quotidiano);
  • dopobarba;
  • olio (o cera) per lucidare il pelo.
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento