Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Firenze, giudice reintegra psicologa No vax: “Vaccino è sperimentale e può alterare DNA”

di Redazione
Psicologa riammessa al lavoro dopo la sospensione per mancata vaccinazione anti-Covid: "Decessi tra i vaccinati, non può essere costretta"
primo piano del martello in tribunale

Può essere riammessa al lavoro, dopo la sospensione per mancata vaccinazione anti-Covid, una psicologa di Pistoia. Il provvedimento è battuto sul tavolo del Tribunale dal giudice civile Susanna Zanda, che ha revocato la sospensione della professionista disposta dall’Ordine.

“Non può essere costretta a vaccini sperimentali”

“Non può essere costretta” a sottoporsi a vaccini “sperimentali talmente invasivi da insinuarsi nel Dna, alterandolo in modo che potrebbe risultare irreversibile con effetti ad oggi non prevedibili per la vita e la salute”, spiega il giudice in un provvedimento d’urgenza. Il 15 settembre il giudice ascolterà anche l’Ordine degli psicologi. Infatti l’Ordine degli Psicologi prepara una “controffensiva” legale. Fissata già un’altra udienza per il 15 settembre.

“Decessi e infezioni proprio tra i vaccinati con tre dosi”

“La sospensione dall’esercizio delle professioni rischia di compromettere beni primari dell’individuo quali il diritto al proprio sostentamento e al lavoro – secondo il tribunale – ma tale libertà e diritto, acquisito per nascita in base all’articolo 4 della Costituzione, viene in questo caso inammissibilmente ‘concesso’ dall’Ordine di appartenenza previa sottoposizione a un trattamento iniettivo contro la Sars Covid” per impedire la diffusione della malattia e assicurare condizioni di sicurezza in ambito sanitario. “Uno scopo irraggiungibile”, secondo gli stessi dati Aifa, che “riportano un dilagare del contagio con la formazione di molteplici varianti virali e il prevalere numerico delle infezioni e dei decessi proprio tra i soggetti vaccinati con tre dosi”.

Non è il primo provvedimento di revoca della sospensioni dal lavoro in Italia per mancata somministrazione anti-Covid. Il giudice cita diverse decisioni simili adottate dai tribunali di Padova (aprile 2022) , Sassari (giugno 2022) , Velletri (dicembre 2021) e Roma (giugno 2022) nonché dai Tar di Lombardia, Piemonte e Roma. 

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo