07 Marzo 2021

Pubblicato il

Coworking, applichiamo il programma elettorale

di Redazione

Nel IX Municipio di Roma al via il coworking nella ex scuola di via Comisso 24

"Fino al 19 maggio tutti potranno partecipare all’avviso pubblico per la gestione di questo spazio che darà la possibilità ai ragazzi e ai professionisti di poter lavorare insieme in un luogo che avrà una vocazione fortemente innovativa: in un momento di crisi come questo dare la possibilità a tanti di poter allestire la propria postazione di lavoro e i servizi associati a non più di 200 euro al mese è un segnale importante. Inoltre nascerà uno scambio di competenze e creatività: la “combinazione creativa” sarà anche lo scambio di competenze con il Municipio. I professionisti che lavoreranno nel coworking offriranno la propria creatività per le campagne di comunicazione istituzionali" – Queste le parole del Presidente del Municipio IX Andrea Santoro.

Qualcuno, cogliendo il tempo futuro delle sue frasi, potrebbe obiettare: "Facta, non verba". Ed in linea generale, visto il crescente disamore verso la politica e le istituzioni da essa governate, avrebbe anche ragione. Stavolta forse no. Ecco allora i 300 mq di superficie, una galleria espositiva e 6 postazioni coworking che il Municipio metterà a disposizione in un'aula della ex scuola in via Comisso 24, in zona Ferratella, per l'avvio di questa iniziativa. La giunta ha infatti pubblicato oggi l'avviso pubblico, consultabile sul sito www.romanove.it, in cui si invitano "persone fisiche, associazioni, enti e società" a presentare "una proposta progettuale" volta alla valorizzazione delle realtà che si occupano di comunicazione.

Come elettori e come cittadini ci diciamo quantomeno felici di vedere che qualcosa (non la prima) di presente su un programma elettorale politico è stato portato avanti con decisione. Speriamo adesso che il progetto possa essere concretizzarsi al meglio, magari dando spunto per ulteriori simili iniziative, che pur limitate all'area municipale aiutano il tessuto sociale a rispondere alla crisi. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento