01 Agosto 2021

Pubblicato il

La versione di Cesare

“Covid, virus a Rna mutano perciò i vaccini non hanno senso. Se non per il profitto”

di Redazione

"I virus Rna come il Sars-coV-2 mutano continuamente, per la stessa ragione non esiste un vaccino contro l'AIDS"

Vaccini anti-Covid: parliamo ancora di rapporto tra costi e benefici e di implicazioni economiche e finanziarie nella loro produzione. In una recente partecipazione televisiva di Andrea Crisanti, professore di microbiologia all’università di Padova, ha ammesso pubblicamente che tutti i vaccini contro il Sars-CoV-2 sono in una fase sperimentale e nessuno può conoscere gli effetti collaterali che si potrebbero verificare nel tempo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dopo una martellante campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, hanno quasi obbligato la popolazione ad essere usati come cavie. Non esiste un obbligo di legge, però hanno posto tanti paletti che la vaccinazione è obbligatoria per tornare a vivere nella normalità anti Covid. Questi falsi profeti tutti sui libri paga delle case farmaceutiche dovrebbero avere un minimo di coscienza e coraggio di informare correttamente la popolazione ignara sugli enormi affari che si celano sui vaccini.

Vaccini Covid, conflitti di interesse

I veri medici che lavorano seriamente e non perdono tempo con la partecipazione ai programmi televisivi sanno perfettamente la differenza tra un virus a Dna e un virus a Rna. Tutti i virus a Rna mutano con estrema facilità per cui le vaccinazioni non hanno alcun senso. Per questo motivo non esiste al mondo un vaccino contro l’AIDS . Sembrerebbe che in India dopo una vaccinazione di massa siano aumentati sia i contagi che le morti causati da varianti . Purtroppo la verità viene quasi sempre tenuta nascosta. L’OMS , l’EMA , l’AIFA sono organismi preposti alla tutela della salute mondiale o tutelano essenzialmente gli interessi delle case farmaceutiche dalle quali ricevono fiumi di denaro?

Così anche la società italiana di pediatria che consiglia anche la vaccinazione dei giovanissimi riceve 78 mila euro da una industria farmaceutica mondiale. Come può una popolazione fidarsi di tutti questi soggetti in totale conflitto di interesse che chiamiamo Scienza? Tutti sono a conoscenza che il virus COVID 19 non ha alcun effetto importante nella fascia di età maggiore dei sei anni. Eppure questi cialtroni vorrebbero vaccinare anche i giovanissimi . Ma i loro figli e familiari li fanno vaccinare? Chi lo saprà mai .

Cesare Giubbi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento