Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Settembre 2020

Pubblicato il

Delocalizzazione bancarelle

Bancarelle Casilina-Tor Pignattara addio. Marciapiedi e strade tornano ai romani

di Redazione

"Si tratta di spostamenti necessari e utili per tutti. Bancarelle non più in prossimità di incroci stradali e fermate autobus"

bancarelle casilina-tor pignattara
Bancarelle sui marciapiedi di Tor Pignattara

Banchi abusivi per lo più di articoli di elettronica, ma non solo abusivi, presenti in gran numero nella periferia sud – est della Capitale. Bancarelle tra via Casilina e Tor Pignattara sui marciapiedi o sulla strada che intralciano la viabilità.

La linea del Campidoglio è chiara in questo senso, la sindaca Virginia Raggi va avanti con le delocalizzazioni.

“Il commercio ambulante nasce per portare questa attività nelle sedi in cui non c’è il commercio in sede fissa. Nel corso degli anni questa funzione è stata sostanzialmente annullata e troviamo i banchi nelle stesse strade in cui ci sono i negozi. Questo crea una concorrenza sleale che non vogliamo e non possiamo accettare.

C’è la massima tutela per gli ambulanti che hanno le carte in regola. Ma bisogna collocarli nei luoghi consoni, dove non si intralcia il passaggio, non si crea concorrenza sleale”, dichiarava la prima cittadina della Capitale.

“Addio bancarelle tra via Casilina all’incrocio con via di Tor Pignattara. Restituiamo così strada e marciapiedi ai cittadini.

Si tratta di spostamenti necessari e utili per tutti. Bancarelle non più in prossimità di incroci stradali e fermate autobus. I banchi vengono trasferiti da aree critiche in zone idonee all’attività di vendita all’aperto, che vengono contestualmente rivalutate e riqualificate.

Bancarelle spostate nei Municipi V e XIII

Oggi sono partiti gli spostamenti di 13 bancarelle nei Municipi V e XIII. Nel Municipio V, le prime 5 sono state trasferite in Piazza Michele Sanmicheli, un’area ampia e quindi idonea alla vendita su suolo pubblico.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Provenivano da via Casilina e via di Tor Pignattara. Tutte postazioni a rischio, vicine ad aree di carico e scarico merci, fermate bus, divieti di fermata. Una addirittura era nei pressi di un percorso per non vedenti, all’altezza di un incrocio stradale.

La sesta invece è stata delocalizzata di qualche civico su via di Tor Sapienza, perché la vecchia postazione era posizionata davanti ai cassonetti. Non c’era spazio sufficiente per il passaggio dei pedoni né per il conferimento dei rifiuti.

Nel Municipio XIII, sono stati spostati 7 banchi da via Circonvallazione Cornelia, Largo Boccea e via Emilio Albertario. I banchi sono stati fatti confluire nei nuovi stalli dell’area parcheggio di via Francesco Albergotti.

Si tratta di uno spazio sicuro e particolarmente favorevole alle attività di vendita, perché vicino al grande mercato giornaliero di via Urbano II e all’ampia zona commerciale di Boccea/Giureconsulti.

Garantite esigenze cittadini e operatori commerciali

Tra l’altro, quest’area sarà riqualificata a breve, contestualmente alla ricostruzione dell’Auditorium Albergotti, decisa da Municipio e cittadini attraverso un percorso partecipato.

Garantiamo in questo modo le esigenze dei cittadini, che devono poter fare acquisti e passeggiare liberamente sui marciapiedi. E nello stesso tempo le esigenze degli operatori, che devono lavorare in sicurezza”. Così in un post su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi.
(Comunicati/Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento