22 Settembre 2021

Pubblicato il

ATAC, Ignazio Marino apre a Ferrovie dello Stato ma con riserva

di Redazione
Favorevole alla privatizzazione anche Roberto Cinquegrani, direttore commerciale marketing e customer care di ATAC

Si fa sempre più consistente l'eventualità di una privatizzazione di ATAC, con il possibile ingresso delle Ferrovie dello Stato nell'azienda del trasporto pubblico locale, un'ipotesi che è stata paventata insistentemente in questi giorni. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dopo le parole favorevoli dell'Amministratore Delegato di FS, Michele Elia, e quelle di Maurizio Stirpe di Unindustria, l'unione degli industriali e delle imprese del Lazio, e le forti critiche di Umberto Marroni, deputato del Partito Democratico, si sono aggiunte le dichiarazioni del sindaco Ignazio Marino e del direttore commerciale marketing e customer care di Atac, Roberto Cinquegrani.

Ha dichiarato Roberto Cinquegrani a margine della presentazione della brandizzazione della Stazione Termini con Car2go: "Noi ambiamo ad avere una cooperazione di gran lunga superiore all'attuale con il gruppo Ferrovie e con Trenitalia in particolare. Siamo gia' partner nel sistema Metrebus che presenta degli aspetti di miglioramento che stiamo gia' discutendo con Trenitalia, ma le future ulteriori collaborazioni dipendono non dall'azienda ma dai soci".

Possibilista anche Ignazio Marino, nonostante l'assessore ai trasporti, Guido Improta, avesse espresso delle perplessità in merito, che ha affermato: "A me interessa moltissimo. Evidentemente è una discussione che deve essere fatta non sui media e sulle affermazioni ma sullo studio dei documenti. Prima che quell'affermazione fosse pronunciata ci sono stati incontri di lavoro tra il nostro assessore Improta e l'ad delegato di Ferrovie dello Stato. Vogliamo certamente valutare quali possano essere le migliori sinergie. Io credo che siano importanti sinergie con altre aziende come Fs, la partecipazione di altre aziende nel migliorare il servizio e la disponibilità delle linee. Il fatto che oggi ci sia l'interesse delle Ferrovie dello Stato, che non c'era un anno fa, significa che stiamo lavorando bene, stiamo risanando un'azienda che diventa interessante anche per altre aziende piu' forti in questo momento".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo