Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

Straordinario rimedio

Zafferano, un potente alleato contro ansia e depressione

di Dario Amodio
Oltre al suo indiscusso ruolo nella nostra cucina, lo zafferano, può rivelarsi un importante alleato al nostro benessere psico-fisico
zafferano
Zafferano

Molto nota per il famoso risotto “allo zafferano”, è in realtà una spezia molto antica e preziosa, costosa da produrre per la sua bassa resa nel lungo e complesso processo di lavorazione. Deriva da una piccola pianta alta non più di 30 cm che si riproduce in primavera dai cui fiori si raccolgono gli stimmi che, una volta essiccati e macinati, danno origine alla caratteristica polvere giallognola, tipica per il suo aroma pungente e versatile nei suoi usi, dalla cucina alla farmaceutica. In commercio lo troviamo macinato in bustine già dosate oppure in vetro con filamenti ancora integri.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Lo zafferano, ricco di antiossidanti e vitamine

Ricco in antiossidanti e vitamine B1 e B2, ha note proprietà antinfiammatorie, digestive, toniche e antispasmodiche. Meno conosciuta è la sua efficacia nel regolarizzare il ciclo mestruale nelle donne e come antidepressivo naturale.
Anticamente utilizzato come eupeptico (digestivo) in chi soffriva di disturbi gastrici grazie alla sua azione di stimolo e regolazione sull’apparato digerente e sulla motilità intestinale, oggi è utilizzato prevalentemente in alcune preparazioni gastronomiche e come correttivo o colorante di alcune preparazioni industriali e galeniche.

Oltre al suo indiscusso ruolo nella nostra cucina, lo zafferano, può rivelarsi un importante alleato al nostro benessere psico-fisico, in particolare in un difficile periodo come quello attuale che, a causa della pandemia da Covid-19, ha visto emergere un preoccupante incremento di casi d’ansia e depressione, in tutte le fasce d’età. I petali e gli stimmi della pianta, infatti, contengono la crocina e il safranale, ritenuti componenti attivi dello zafferano e potenti antidepressivi naturali. E diversi studi clinici hanno confermato le sue proprietà.

Conferme scientifiche alle proprietà dello zafferano

In uno di questi, un gruppo di volontari sani, di età maggiore ai 18 anni, che manifesta sintomi di un disturbo depressivo maggiore, è stato diviso in due sottogruppi: ad uno veniva somministrato un supplemento a base di zafferano mentre il gruppo di controllo assumeva placebo. I risultati hanno mostrato una significativa riduzione dei sintomi depressivi nei soggetti che avevano ricevuto lo zafferano rispetto al gruppo con placebo. Altre revisioni sistematiche su più studi clinici hanno poi confermato questi dati e hanno addirittura osservato come lo zafferano fosse altrettanto efficace anche in patologie come il disturbo ossessivo-compulsivo, nelle sindromi ansiose e nel coadiuvare alcuni sintomi del morbo di Alzheimer.

Estremamente interessante è il risultato di uno studio (controllato in doppio cieco, randomizzato) che ha osservato come 30 mg al giorno di zafferano, assunto in forma di supplemento per 8 settimane, avesse gli stessi significativi effetti migliorativi sui sintomi e sulla loro gravità, rispetto alla fluoxetina (noto farmaco antidepressivo), in 20 soggetti affetti da depressione maggiore, confrontati con altri 20 partecipanti allo studio a cui invece veniva somministrato il farmaco.

Uno straordinario rimedio naturale

Precisiamo che non dobbiamo mai interrompere la terapia farmacologica senza il parere del proprio medico ma che è possibile pensare di ricorrere a un rimedio naturale in chi soffre di stati ansiosi e/o depressivi e che non assume terapie farmacologiche specifiche. Ottimo coadiuvante potrebbe rivelarsi anche in chi, già in trattamento e seguito dal proprio specialista, è nella fase di graduale sospensione dei farmaci.

Facciamo però attenzione ad un consumo eccessivo di zafferano che potrebbe rivelarsi tossico. Se 20 gr possono addirittura risultare letali, 10 gr risultano abortivi e 5 gr possono essere responsabili di disturbi della coagulazione sanguigna ed epatotossica. Come sempre dobbiamo utilizzare i rimedi naturali e i fitoterapici sotto indicazione di uno specialista e con le dovute attenzioni.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo