18 Maggio 2021

Pubblicato il

XXVIII Giornata Mondiale contro la droga, l’impegno dell’ACT

di Redazione

A Roma l'istituzione dell'Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze raggiunge ottimi risultati

“Il fenomeno della dipendenza può essere sconfitto anche attraverso alcuni piccoli gesti, come l’adozione di uno stile di vita sano, l’aiuto verso una persona in difficoltà, favorendone l’invio in un centro di accoglienza o la collaborazione con le forze di polizia nel contrasto dei fenomeni di spaccio, soprattutto nei pressi di luoghi sensibili: l’unione di tante azioni autonome può diventare un potentissimo strumento di cambiamento”. È questo il messaggio lanciato da Luigi Maccaro, presidente dell’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, in occasione delle celebrazioni per la XXVIII Giornata Mondiale contro la droga.

Una Giornata, quella Mondiale contro l’uso ed il traffico illecito di droghe, che nasce per ricordare l’impegno assunto dagli Stati Membri dell’ONU, nel 1987, per consegnare ai posteri un mondo libero dagli stupefacenti, orientato alla vita ed al pieno sviluppo della persona.

“L’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze, Istituzione di Roma Capitale, nel corso dei 21 mesi di operatività del ‘Nuovo Quadro dei Servizi Cittadino’, ha accolto, complessivamente, 1.002 utenti e totalizzato 184.827 contatti” – aggiunge Massimo Canu, Direttore Generale dell’Istituzione di Roma Capitale, secondo il quale “tale sinergia tra la comunità romana e le istituzioni hanno permesso di ottenere una progressiva riduzione degli utenti tossicodipendenti attivi: 148 persone in meno a partire dal 2009, pari al -18,9%; una riduzione dei morti per droga, sul territorio di Roma Capitale, del -56,8% pari a 155 vite umane salvate nel quadriennio 2009-2012 rispetto al quadriennio precedente; il completamento dell’ideale catena terapeutica con l’introduzione, per la prima volta, dei servizi di prevenzione, promozione di stili di vita sani e dei servizi a soglia intermedia, oltre al miglioramento dei servizi di cura e reinserimento socio-lavorativo”.

Questi risultati, sono stati riconosciuti anche dall’OEDT – Osservatorio Europeo sulle Droghe e le Tossicodipendenze – come best practice. Inoltre, Roma Capitale ha fatto, grazie a questi dati, il suo ingresso nel Comitato Direttivo del Forum EU-LAC, la principale alleanza delle Città europee, caraibiche e latino-americane impegnate contro la droga.

“Ci auguriamo che il lavoro svolto da parte nostra in questi anni possa fungere da esempio proattivo per tutte le città che si impegnano nel contrasto delle dipendenze” – conclude Massimo Canu.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento