Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Dicembre 2022

Pubblicato il

Culture

Vinitaly, Rossano Sasso (Istruzione): “La cultura del vino e dell’olio arriva nelle scuole”

di Redazione
E' la mission di Rossano Sasso, Sottosegretario all' Istruzione, che insieme ai colleghi Borgonzoni e Centinaio ha siglato oggi l'accordo al Vinitaly
Sen. Gian Marco Centinaio, Sen. Lucia Borgonzoni, On.le Rossano Sasso, Antonello Maietta (presidente AIS)
Sen. Gian Marco Centinaio, Sen. Lucia Borgonzoni, On.le Rossano Sasso, Antonello Maietta (presidente AIS)

Utilizzare l’istituzione scuola e i giovani come volano di espansione per l’identità territoriale, la promozione del territorio e la valorizzazione dei prodotti nazionali più tipici, in particolare il vino e l’olio.

È la mission, semplice quanto concreta, auspicata da Rossano Sasso, Sottosegretario al Ministero dell’ Istruzione, che insieme ai colleghi Lucia Borgonzoni e Gian Marco Centinaio ha siglato un protocollo d’intesa, finalizzato alla promozione della giornata internazionale dell’olio e del vino, prevista per il 7 maggio.

Sen. Gian Marco Centinaio, Sen. Lucia Borgonzoni, On.le Rossano Sasso, Antonello Maietta (presidente AIS)
Sen. Gian Marco Centinaio, Sen. Lucia Borgonzoni, On.le Rossano Sasso, Antonello Maietta (presidente AIS)

Il ruolo strategico della scuola nella promozione di vino e olio

Un accordo siglato a seguito di un incontro tenutosi in occasione di Vinitaly, la fiera a carattere enologico presso la quale ogni anno convergono le eccellenze dei prodotti vitivinicoli italiani.

“Il mondo della scuola non può che avere un ruolo strategico nella cura e nella valorizzazione delle risorse del nostro Paese”, ha dichiarato Rossano Sasso.

Lo stesso sottosegretario è fermamente convinto che “se anche domani avremo degli attenti custodi delle specificità e delle tradizioni delle nostre Regioni, è perché saremo stati bravi a gettare i semi della conoscenza e della sensibilità”.

L’iniziativa mira altresì a diffondere la cultura del bere in modo responsabile, che si traduce in una più consapevole attenzione nei confronti della qualità dei prodotti.

Nel frattempo, le parti sono a lavoro per garantire a tutti gli organi coinvolti margini di crescita, anche in ambito occupazionale. Un primo passo ben piantato nel presente, con lo sguardo proiettato sul futuro. Magari non troppo lontano.

Francesco Caselli

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo