Vuoi la tua pubblicità qui?

Pubblicato il

Vinicius diventa Superman dopo il no al razzismo, il murale di TvBoy

di Adnkronos

(Adnkronos) – Il noto artista di strada TvBoy ha dedicato un murale all'attaccante del Real Madrid Vinicius dopo il caso di razzismo che l'ha visto coinvolto nelle ultime settimane. Il brasiliano è rappresentato in versione Superman e nel video postato su Instagram risuonano in sottofondo le parole di Martin Luther King 'I have a dream'. "Ogni partita fuori casa è una spiacevole sorpresa. E ce ne sono state molte in questa stagione". Inizia così il duro sfogo dell'attaccante del Real Madrid Vinicius Junior sui propri social network. Il brasiliano ha postato un video in cui si vedono e si sentono gli insulti razzisti ricevuti in diversi stadi spagnoli. Nel post, Vinicius aggiunge "Mi hanno augurato la morte, esposto una bambola impiccata, tante urla criminali… Tutto registrato. Ma il discorso cade sempre su 'casi isolati', 'si tratta di un tifoso'. No, non sono casi isolati. Sono episodi continui in diverse città della Spagna (e anche in un programma televisivo). Le prove sono lì nel video. Ora mi chiedo: quanti di questi razzisti hanno avuto il loro nomi o le loro foto pubblicate su siti web? Rispondo per semplificare: zero. Nessuno, neppure per raccontare una storia triste o per fare quelle finte scuse pubbliche". 
Sette persone sono state arrestate in Spagna in relazione a due episodi di razzismo contro Vinicius. La polizia spagnola ha spiegato che tre arresti a Valencia erano legati ai cori "scimmia" e altri insulti razzisti rivolti alla stella brasiliana durante la partita che il Real Madrid ha giocato e perso al Mestalla di Valencia. Quattro arresti a Madrid per l'impiccagione di un 'manichino che indossava una maglia di Vincius vicino al campo di allenamento del Real Madrid a gennaio, ha detto la polizia. 
Cosa è successo a Valencia
 —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo