15 Luglio 2021

Pubblicato il

Trastevere: Chiuso noto locale per i cibi scadenti e la sporcizia

di Redazione

Gli Ispettori hanno rinvenuto, assieme ai cibi, due grossi pneumatici di un autotreno usati e materiale da risulta

Favoriti dall'atmosfera del fine settimana, vi propongo una ricetta di Aldo Fabrizi: Pasta alla capricciosella. "Provate a fa' 'sto sugo ch'è un poema: piselli freschi oppure surgelati, calamaretti, fughi cortivati, così magnate senz'avè patema. Pe' fa' li calamari c'è un sistema: se mettono a pezzetti martajati, nell'ajo e l' ojo e bene rosolati, so' teneri che pareno 'na crema. Appresso svaporate un po' de vino; poi pommidori, funghi e pisellini, insaporiti cor peperoncino. Formaggio gnente, alla maniera antica, fatece bavettine o spaghettini… Bòn appetito e che Dio ve benedica!". 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tutto chiaro? Penso proprio di si. Tra l'altro (non è così anche per voi?) ho già l'acquolina in bocca. Però…. Quando c'è un però, c'è anche il rovescio della medaglia e talvolta il rischio è che suoni come un allarme, tant'è vero che prendendo in esame uno dei fatti di cronaca di queste ultime ore, aspettatevi che venga un po' meno l'appetito. Al termine di un controllo effettuato all'interno dei locali di uno storico ristorante a Trastevere, la nota 'Osteria da zi Umberto', gli Ispettori della Asl Roma 1, hanno rinvenuto, assieme alle derrate alimentari, due grossi pneumatici di un autotreno usati e diverso materiale da risulta, senza alcuna suddivisione e separazione dal resto degli alimenti, per non parlare poi della sporcizia e delle cattive condizioni igieniche in cui versavano i magazzini, condizioni queste, non idonee a garantire ambienti salubri per clienti e dipendenti.

A causa di tale stato di cose, i vigili urbani del Comando generale, hanno disposto la chiusura della trattoria per alcuni giorni e durante questo tempo, i titolari del locale dovranno ripulire tutti gli ambienti, allo scopo di ripristinare le condizioni necessarie per la regolare attività del servizio, sino a che gli Ispettori dell'azienda sanitaria locale non daranno l'autorizzazione agli uomini della municipale di rimuovere i sigilli, anche perchè, per dirla alla romana:

"Insomma, la magnata e la dormita, massimamente in una certa età, so' l'uniche du' gioje de la vita. La sola differenza è questa qui: che pure si ciài sonno pòi magnà, ma si ciài fame, mica pòi dormì" (Aldo Fabrizi).

* Foto di repertorio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento