Traccie con la ‘i’, l’errore del Miur alla vigilia della Maturità

1

Proprio alla vigilia della Maturità, il sito del Ministero dell'Istruzione si rende protagonista di un errore da matita blu. Nella pagina web dedicata alle prove scritte, i tanti studenti si sono imbattuti ieri in un
'Traccie' con quella 'i' incastrata tra la 'c' e la 'e' che proprio non ti aspetti da chi dovrebbe essere il primo esempio di correttezza linguistica e grammaticale. (leggi l'articolo del Corriere della Sera)

Il caso è – come sempre nell'era dei social media – scoppiato in rete alla velocità della luce provocando, immaginiamo, un bell'imbarazzo nelle austere stanze del Ministero. Che oggi ha subito pubblicato un chiarimento facendo 'mea culpa', parlando di un "errore di battitura, un errore materiale" e addebitando l'obbrobrio al 'fornitore tecnico'.

Sanato un errore però ne compare un altro: l'apostrofo usato al posto dell'accento come si può ben vedere nel tweet pubblicato dalla celebre terminologia Licia Corbolante.

Sarà forse un caso, ma tra i dieci errori grammaticali più diffusi secondo una indagine realizzata dal sito Liberiamo, compare anche l'uso errato che spesso si fa di apostrofo e accento. Uno dei casi più emblematici? 'un pò', risultato di un troncamento sempre più spesso scritto con l'accento, quando invece dovrebbe avere un apostrofo appena dopo la 'o'.