25 Settembre 2021

Pubblicato il

Giochi al giro di boa

Tokyo 2020, recap day 8: ben 4 medaglie e il record italiano di Jacobs sui 100 metri

di Enrico Salvi
Riscatto Quadarella, l'argento di Nespoli nell'arco, i bronzi di Pizzolato e Testa. Tutte le squadre qualificate alla fase ad eliminazione diretta
Antonino Pizzolato vince il bronzo nel sollevamento pesi alle Olimpiadi di Tokyo
Antonino Pizzolato

Oramai al giro di boa di questi Giochi Olimpici, continua a rimpinguarsi il medagliere azzurro con altre quattro unità. Senza ori tuttavia, l’Italia scende nel medagliere, ora al 16° posto, ma in quello all’americana mantiene una buona settima piazza. Molto bene nella quantità, meno bene nella qualità. A ognuno la possibilità di vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.

4 medaglie odierne, oro vicino ma non pervenuto

4 medaglie di valore, ma nell’ottica della conquisa all’oro c’è qualche piccolo rammarico. Nel tiro con l’arco Mauro Nespoli va vicinissimo all’oro nella finale contro il turco Gazos ma si dimostra una garanzia. Alla sua quarta olimpiade è la terza medaglia olimpica (dopo le prove a squadre a Pechino e Londra), la prima individuale. Vicino all’oro anche Antonino Pizzolato che, con il bronzo virtualmente già al collo, ha provato il tutto per tutto con l’alzata a 210 kg, mancata per un soffio. Terza medaglia nel sollevamento pesi e conferma per Pizzolato, già a medaglia ai mondiali di categoria.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Bronzi fondamentali anche quelli al femminile. Per Simona Quadarella è il riscatto negli 800 dietro l’imprendibile Ledecky ed fenomeno australiano Titmus. Dopo la crisi patita nei 1500 una reazione d’orgoglio per la romana che chiude con il sorriso i suoi Giochi. Per Irma Testa è la certificazione del bronzo con la sconfitta in semifinale con la filippina Petecio, campionessa mondiale in carica. Ricordiamo che nel pugilato femminile italiano ai Giochi è una bellissima prima volta.

Delusioni azzurre: Trap misto, sciabola femminile e Camboni

Per 4 medaglie arrivate, in questo super Saturday tante sono le occasione sfumate. A cominciare dalla sciabola al femminile, sconfitta prima in semifinale dalla Francia (39-45) e poi dalla Corea (42-45) e quindi quarta. Altra delusione dal tiro a volo nella specialità all’Italia più gradita. Il Mixed Team del Trap porta in dote un anonimo 12° posto, lontano dalle posizioni di vertice. Se Mauro De Filippis fa il suo con un ottimo 74/75, manca all’appello Jessica Rossi che sigla un 67/75. Dopo l’individuale, altra controprestazione per la portabandiera, che si candida ad essere una delle note più dolenti della spedizione italiana a Tokyo 2020.

Medaglia sfumata anche nella vela, che attende un metallo da 13 anni. Mattia Camboni, nella Medal Race dell’RS:X, partiva dalla terza posizione in graduatoria, ma tutto crolla prima ancora di cominciare la sfida finale, con la squalifica per partenza anticipata. Una medaglia (e una disciplina medagliata) in più alla portata che svanisce con enorme rammarico. Meno rammarico invece per la 4×100 mista mista di nuoto, quarta sì ma andata oltre ogni più rosea aspettativa.

Sport di squadra: grande Italbasket, bene Settebello, meno Volley femminile

Una delle note più liete proviene della giornata è la qualificazione dell’Italbasket ai quarti di finale. Gli azzurri battono Nigeria 80-71 con un’altra rimonta d’antologia nel quarto periodo. Così come contro la Germania parte sotto (stavolta da -7) e recupera ritrovando quelle percentuali al tiro un po’ perse con l’andare della partita. Capolavoro completato da una grande intensità difensiva.

Se il Settebello prosegue la sua imbattibilità nel girone (3 vittorie e 1 pareggio) vincendo 16-8 con il Giappone padrone di casa, pesa la sconfitta netta del volley femminile contro la Cina, penultima nella Pool B e con le spalle al muro. Un 3-0 secco (25-23 25-19 25-14) che non pregiudica il cammino della squadra di Mazzanti, che rimane prima nel girone.

Atletica e nuoto: Jacobs fa l’impresa in batteria

Nonostante non sia stata una medaglia, molte copertine le ha prese Marcell Jacobs, che in batteria con il 9″94, ritocca il suo record italiano dei 100 metri. Sorprende che sia arrivato a vento nullo (+0.1s), già in batteria e con apparente scioltezza. Domani in semifinale con una speranza di veder un azzurro in finale nella gara regina e chissà. Con lui anche Filippo Tortu, che si qualifica con il primato stagionale (10″10) e tramite ripescaggio. Soddisfazione del record italiano anche nel lancio del disco femminile con Daisy Osakue, qualificata alla finale del lancio del disco con 63,66. In finale anche Filippo Randazzo nel salto in lungo (8,10m stampato al primo tentativo). Negli ostacoli avanzano alle semifinali Linda Olivieri nei (400) e Luminosa Bogliolo (100). Nel nuoto avanza alla finale dei 50 stile Lorenzo Zazzeri, che nella notte aprirà il programma delle ultime gare in vasca.

Tokyo 2020 Recap day 8: il medagliere aggiornato

RankNazioneOriArgentiBronziTotale
1)Cina21131246
2)Giappone175830
3)USA16171346
4)ROC*11151137
5)Australia1031427
6)Gran Bretagna891128
7)Corea del Sud54716
8)Francia49619
9)Olanda47516
16) ITALIA281424
ROC= Russian Olympic Committee
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo