23 Ottobre 2021

Pubblicato il

Bene milanesi e Roma

Super Napoli, riscatto Juventus: la quinta giornata di Serie A

di Enrico Salvi
Bene Inter, Milan e Roma, Lazio ancora col fiatone. In coda primo punto per la Salernitana, mentre fa arrabbiare ancora Dazn
I giocatori del Napoli esultano dopo il gol di Fabian Ruiz

Primo turno infrasettimanale della Serie A 2021/2022 diluito quasi equamente in tre giorni – e in due orari diversi, per la gioia dei sostenitori del campionato più che “spezzatino” ma “tritacarne” – che permette alle big di vincere, tutte tranne la Lazio. La copertina tuttavia, è occupata solo dal Napoli, ancora a punteggio pieno.

Altro poker per il Napoli, in questo momento “ingiocabile”

Dopo la quaterna rifilata ad Udine, altri quattro gol a Genova sponda Samp. Il Napoli rimane da solo in testa alla classifica a punteggio pieno e lo fa con pieno merito. A Marassi la partenza è di quelle giuste con l’asse oramai consolidato Insigne-Osihmen, con il nigeriano che si butta sul secondo palo e sfrutta l’incertezza di Audero. I due replicano ancora (assist di Insigne per il piazzato di Fabian Ruiz, doppietta di Osihmen) e viene fuori anche il nuovo acquisto Anguissa, che dopo poche partite sembra già dimostrare qualità e ritmo a centrocampo. Con soli 2 gol incassati in 5 partite, la “banda Spalletti” è anche la difesa più solida. Una macchina che al momento funziona ai limiti della perfezione: sarà difficilissimo mantenere a lungo questa qualità, ma al momento il Napoli è “ingiocabile”.

Inter e Milan rispondono presente

Alle spalle degli azzurri le milanesi tengono alto il ritmo e seguono a -2. Per i nerazzurri non era scontato uscire indenni dall'”Artemio Franchi” di Firenze, vista la Viola ben organizzata di Italiano. Andata sotto grazie alla rete di Sottil, l’Inter ribalta la sfida nel secondo tempo con la staffilata di Darmian (servito da Barella) e la proverbiale incornata di Edin Dzeko su corner di Cahlanoglu, i due principali innesti estivi. Con la rapida crescita di Dumfries, la conferma che gli acquisti post-Conte non sono dei semplici “rincalzi” di Lukaku e Hakimi. Il bosniaco in maglia nerazzurra sembra già aver ritrovato la miglior vena realizzativa: in 6 partite sono già 4 gol e un assist.

Per il Milan impegnato contro il neopromosso Venezia arriva una vittoria dal peso specifico non indifferente considerando gli infortunati e facendo un discreto turnover. Il Milan è in uno stato di forma, tecnico e mentale, di alto livello, e sa come venire a capo di situazioni complicate, come allo Stadium domenica scorsa. Contro il Venezia ha avuto pazienza, sbloccando la partita solo dopo un’ora di gioco ma minimizzando i rischi dietro, con Theo Hernandez mattatore: un assist e un gol, quello che chiude la partita dopo una transizione velocissima.

Juventus e Roma tornano alla vittoria, la Lazio no

Una partita che nell’ottica di una stagione vale più di tre punti, dato il momento di difficoltà. La Juventus a La Spezia rischia di capitolare ancora ma nella ripresa la ribalta ed ottiene la prima vittoria in campionato. A dare la spinta ad Allegri sono stati uomini criticati nel pareggio contro il Milan, ossia Federico Chiesa e Mattthijs De Ligt. L’azzurro dimostra come sia lui il candidato principale a essere il trascinatore carismatico dei bianconeri, sia che parta titolare, sia dalla panchina. Buoni segnali anche da Kean alla prima da titolare.

Anche la Roma torna alla vittoria dopo il passo falso di Verona. Per i giallorossi arriva un successo di misura contro una bella Udinese che rimane in partita e nel finale dà qualche apprensione ad un Mourinho che aveva in programma alla vigilia una prestazione del tipo “massimo risultato minimo sforzo”. Decide la grande azione personale di Riccardo Calafiori per il tocco sottoporta di Abraham, per la prima volta match-winner con la maglia della Roma. Unica vera grande pecca l’espulsione di capitan Pellegrini, che così salterà il derby.

A proposito di derby, la Lazio arriva alla stracittadina in astinenza da vittorie, ma il pareggio ottenuto a Torino può essere visto con il bicchiere mezzo pieno. I biancocelesti hanno sofferto un Torino che ha ritmo e gioco, cosa che a Sarri sta venendo meno. Il guizzo di Muriqi e la trasformazione dal dischetto di Immobile salvano la baracca ma la vittoria manca da 4 partite ufficiali. All’orizzonte l’occasione migliore possibile per sbloccarsi.

Centrogruppo: Torino brillante, primo punto della Salernitana

Altra grande prestazione per il Torino, che sembra aver cambiato marcia rispetto all’anno scorso. Juric ha dato ai granata un’anima e un gioco di livello che sta mettendo in difficoltà squadre sulla carta più quotate. Dopo la vittoria sul Sassuolo, il Toro è stato a 11 metri dalla vittoria contro la Lazio, una vittoria che sarebbe stata anche meritata. Pareggio pirotecnico tra Genoa e Bologna, con i liguri che la riprendono due volte, l’ultima di rigore con la freddezza di Mimmo Criscito. 2-2 anche tra Salernitana e Verona, con Nikola Kalinic che si sblocca con una doppietta e i granata che recuperano due gol di svantaggio e muovono la classifica con il primo punto dopo 4 sconfitte di fila. Vittoria pesante dell’Empoli sul campo del Cagliari: uno 0-3 importante per Mazzarri, che non da continuità ad una squadra che aveva dato segnali a Roma la settimana scorsa. Ancora una sconfitta per il Sassuolo sul campo dell’Atalanta: per la squadra di Dionisi al momento pesa anche un calendario impegnativo.

Ci Piace e Non Ci Piace: Marco Pjaca e Dazn

Potremmo premiare un Victor Osihmen devastante oppure un Edin Dzeko dai numeri notevoli, ma in questo spazio la palma di migliore è per Marko Pjaca del Torino. Dopo le tante promesse e i tanti brutti infortuni, il croato sembra aver trovato la forma e la fiducia tanto attese in passato e nelle ultime 2 partite due suoi sigilli hanno garantito al Toro una vittoria sul Sassuolo e una quasi vittoria contro la Lazio. Il ritorno di Belotti può attendere.

Nota negativa a Dazn, al centro delle critiche per problemi grossi di visione nelle partite delle 18.30 del giovedì. Pochissimi tifosi sono riusciti a vedere la prima mezz’ora di Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio. Immediate le scuse e l’annuncio di indennizzi ai clienti danneggiati, ma questi problemi non possono continuare.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo