25 Settembre 2021

Pubblicato il

“Summertime 2016” Giovanni Di Cosimo “NU” alla Casa del Jazz

di Redazione
Affascinato dal suono della tromba, Giovanni Di Cosimo, inizia lo studio dello strumento all’età di 10 anni

“Summertime 2016”, la rassegna di concerti all’aperto nel parco della Casa del Jazz, presenta, venerdì 5 agosto, GIOVANNI DI COSIMO “NU” con Giovanni di Cosimo tromba, flicorno, effetti elettronici, Paolo Pecorelli basso, elettronica, Cristiano De Fabrittis batteria, Marco Conti sax, Arturo Valiante pianoforte e Marco Bonini,chitarra elettrica. "NU" come “Nuovo”, progetto in continua ricerca ed evoluzione. "NU" come “Nudo”, il musicista che si spoglia per restituire se stesso attraverso il proprio strumento.

"NU" è il progetto del musicista e compositore Giovanni di Cosimo, dal 2013 nel cast di Gazebo, il programma di Rai3. "NU" è frutto di una lunga ricerca in cui Di Cosimo definisce un suono e un linguaggio strumentale molto personale. Un'evoluzione che parte dal jazz e attraversa tutta la musica, senza preconcetti e confini di genere, e che lascia uno spazio importante all’improvvisazione.

Affascinato dal suono della tromba, Giovanni Di Cosimo, inizia lo studio dello strumento all’età di 10 anni. Dopo aver conseguito il diploma al Conservatorio di S. Cecilia, la sua ricerca musicale lo porta ad approfondire il linguaggio jazz e la musica contemporanea legata all’improvvisazione.

Il suo percorso artistico si è arricchito negli anni delle collaborazioni con alcuni dei più importanti musicisti del panorama jazz italiano tra cui: Paolo Damiani, Bruno Tommaso, Maria Pia De Vito, Gian Luigi Trovesi, Paolo Fresu, Danilo Rea, Martux e dalle partecipazioni ad Umbria Jazz, Atina Jazz, Montreux Jazz Festival, Jazz & Image, Womex Sivigia, Festival Musicas do Mundo Sines, Premio Ciampi, Ankara Jazz festival, Istanbul Medjazz, Denizli Medjazz, Mersin Medjazz.

Ha prestato il suono al cinema e alle immagini di “Piccole anime” ed “Eccomi Qua” di Giacomo Ciarrapico, “A Domani” di Gianni Zanasi, “Piovono Mucche” di Luca Vendruscolo, “Le Fate ignoranti” di F. Ozpetek. Ha inoltre composto le colonne sonore di alcuni cortometraggi tra cui si segnalano “Un Uomo Indietro”, premiato per la miglior colonna sonora originale al Corto Fiction di Chianciano Terme e “Passing Time”, vincitore del Donatello 2010 come miglior cortometraggio, entrambi per la regia di Laura Bispuri, per cui ha curato anche la produzione artistica della colonna sonora del film “Vergine Giurata”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Con Rocco De Rosa e il gruppo Hata ha avuto modo di fare un'importante esperienza con la musica etnica, poi con la musica africana. Si è confrontato spesso col mondo del cosiddetto pop (Raf e Califano) e con tanto di quel mondo cantautoriale che ruota intorno al Collettivo Angelo Mai di Roma.

Produttore e fondatore dei progetti “Etruria Criminale Banda”, con la quale ha pubblicato l’album omonimo (Etnagigante – V2 music, 2005) e del progetto “Giovanni Di Cosimo NU5TET” esordio per Raitrade nel 2011. “Inside” (RaiCom, 2016) è il secondo capitolo del progetto NU. 

Dal 2013 è nel cast di Gazebo, il programma di Rai3.

Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo